Bonifico istantaneo: cos’è e come funziona

18 ottobre 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 18 ottobre 2017



Il nuovo strumento di pagamento che permetterà di ricevere i soldi in tempo reale.

I pagamenti attraverso i bonifici non sono mai stati così veloci. Basteranno ormai pochi secondi con il bonifico istantaneo e il beneficiario del bonifico potrà disporre subito della cifra ricevuta. Il bonifico istantaneo (o instant payment) è un nuovo sistema di pagamento che consentirà a cittadini e imprese, di effettuare un pagamento, o di riceverlo, entro un massimo di 10 secondi. Vedremo più avanti il bonifico istantaneo cos’è e come funziona.

A partire dal prossimo 21 novembre 2017 questo strumento di pagamento sarà finalmente disponibile anche in Italia. È infatti già in uso in diversi Paesi, soprattutto del nord Europa dove viene particolarmente apprezzato dai giovani. Ma  l’utilità del bonifico istantaneo è impressionante se si pensa a quelle transazioni in cui la vendita del bene è condizionata all’effettivo accredito del bonifico ordinario (per il quale invece occorrono ancora dei giorni), come ad esempio nell’acquisto dell’auto nuova al concessionario. Oppure basti pensare alla necessità di pagare immediatamente una bolletta per evitare il distacco della luce o a quella di inviare denaro all’estero ad un familiare in difficoltà.

Non si sa ancora se tutti gli istituti estenderanno questo nuovo strumento a tutti i correntisti come già fanno alcune banche italiane che hanno iniziato la sperimentazione negli scorsi mesi, oppure intendano riservarlo solo a certi clienti ritenuti più affidabili. Tuttavia l’uso diffuso che si potrà avere induce a pensare che le banche si tufferanno nel mercato con l’obiettivo di estenderlo quanto più possibile.

Certa invece l’imposizione di un tetto massimo oltre il quale non sarà possibile inviare altro denaro con la stessa operazione.

Vediamo ora pro e contro di questo innovativo strumento di pagamento, che permetterà a breve il trasferimento di capitale da un conto corrente all’altro. I conti correnti interessati saranno quelli dell’area cosiddetta SEPA ovvero quelli ricadenti nelle 34 nazioni aderenti all’area unica dei pagamenti in euro. SEPA (Single euro payments area) infatti è la sigla che identifica, i Paesi che vi hanno aderito, ovvero, sino ad oggi, solo 34, così ripartiti:

  • I 19 Paesi dell’Unione Europea che hanno già adottato l’euro;
  • I restanti 9 Paesi dell’Unione Europea;
  • La Norvegia, l’Islanda e il Liechtenstein, che fanno parte dell’European Economics Area;
  • La Svizzera, il Principato di Monaco e la Repubblica di San Marino.

Vantaggi del bonifico istantaneo

  • L’istantaneità. Sicuramente il pregio migliore del bonifico istantaneo è quello di permettere il pagamento da una parte e il ricevimento della cifra dall’altra, immediatamente, senza dover attendere giorni e giorni, come invece accade con i bonifici ordinari.
  • La disponibilità. Sarà possibile eseguire i pagamenti in dieci secondi esatti, a tutte le ore del giorno, 7 giorni su 7 e 365 giorni all’anno.

Svantaggi del bonifico istantaneo

  • Costi. Trattandosi di un servizio più utile per entrambe le parti, rispetto al bonifico ordinario, si vocifera che i costi di commissione del bonifico istantaneo saranno non solo a carico di chi fa il bonifico ma anche di chi lo riceve. Pare che la commissione in entrata arriverà a 34 centesimi, ma potrebbe salire addirittura a 7,50 euro nel caso in cui il bonifico arrivi dalla Svizzera o da Montecarlo. E per far sì che il bonifico istantaneo funzioni a pieno regime, le banche italiane e la Posta, saranno costrette a gestire i conti correnti in tempo reale dotandosi di nuovi applicativi e software in grado di sostenere performance elevate su tutte le transazioni istantanee, e ciò costa molto. Ciò comporterà che anche i controlli automatici di vigilanza, antiriciclaggio, antiterrorismo o quelli relativi ai paesi della cosiddetta black list, debbano necessariamente avvenire in pochissimo tempo e non con la lentezza delle verifiche attuali.
  • Revocabilità. A differenza del bonifico ordinario, che è sempre possibile revocare dopo qualche ora, questo nuovo sistema di pagamento, essendo appunto immediato, è di fatto non revocabile. Con la conseguenza che non si potrà più tornare indietro una volta richiesto.
  • Limite. A differenza del bonifico ordinario, quello istantaneo non potrà superare la soglia dei 15.000 euro, per ogni transazione.
Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI