Diritto e Fisco | Articoli

Come sapere se una persona è morta

16 Ottobre 2017 | Autore:
Come sapere se una persona è morta

Rivolgersi al Comune di residenza o di nascita o assumere un investigatore: come fare per sapere che fine ha fatto qualcuno di cui si sono perse le tracce.

Tipica battuta all’amico che non chiama da mesi: «Ma sei ancora vivo?» Il problema sorge quando ci si pone la stessa domanda quando non chiama: «Ma sarà ancora vivo?» Soprattutto se arrivato ad una certa età. È possibile verificarlo? Come sapere se una persona è morta, specialmente quando non si hanno altri contatti in comune (un suo parente, un amico di entrambi)?

La lontananza può giocare questi brutti scherzi: non ci si vede per anni, perché ognuno conduce la propria vita in luoghi diversi, e se l’amico è deceduto non abbiamo avuto occasione di venirne a conoscenza perché nessun ci ha informati. A questo punto, come sapere se una persona è morta?

Chiedere all’ultimo Comune di residenza

Possibilità numero 1 per sapere se una persona è morta: chiedere al Comune in cui ha avuto l’ultima residenza (in questo caso, dire l’ultima dimora sarebbe inopportuno). Chiunque lo può fare, ma non per telefono o verbalmente: si dovrà chiedere un certificato di residenza, di esistenza in vita o di morte. Se ci forniscono quest’ultimo, ecco che non ci sono più speranze: avremo davanti agli occhi che la persona è davvero morta e sapremo anche quando e dove.

Chiedere al Comune di nascita

Piano B per sapere se una persona è morta: chiedere al suo Comune di nascita. Basta sapere come si chiama (se non lo sapessimo, perché lo cercheremmo?), dov’è nato e, più o meno, quando. Giusto per accelerare la ricerca. Se quella persona è davvero scomparsa (nel senso di passata a miglior vita), il Comune di nascita deve esserne al corrente: quando avviene un decesso, infatti, l’ufficiale di stato civile che redige l’atto di morte lo comunica anche al Comune di nascita e di residenza del defunto.

In questo caso, comunque, se la località è dall’altra parte dell’Italia è possibile chiedere il certificato di morte a mezzo posta, allegando le eventuali marche da bollo richieste.

Assumere un investigatore privato

Può sembrare una soluzione da telefilm per sapere se una persona è morta, ma a mali estremi, rimedi altrettanto estremi.

Se rintracciare qualcuno è una questione davvero importante e di una certa urgenza e interpellare i Comuni non ha portato alcun risultato, non resta che assumere un investigatore privato e sguinzagliarlo alla ricerca del soggetto di cui abbiamo perso le tracce. Certo, può essere costoso, soprattutto se le ricerche durano parecchio. Un consiglio? Pensateci bene prima di assumere Jessica Fletcher: è assai probabile che vi trovi quella persona, ma è meno probabile che sia ancora in vita.


note

Autore immagine: 123rf.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

2 Commenti

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube