Diritto e Fisco | Articoli

Come sapere se una persona è morta

16 ottobre 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 16 ottobre 2017



Rivolgersi al Comune di residenza o di nascita o assumere un investigatore: come fare per sapere che fine ha fatto qualcuno di cui si sono perse le tracce.

Tipica battuta all’amico che non chiama da mesi: «Ma sei ancora vivo?» Il problema sorge quando ci si pone la stessa domanda quando non chiama: «Ma sarà ancora vivo?» Soprattutto se arrivato ad una certa età. È possibile verificarlo? Come sapere se una persona è morta, specialmente quando non si hanno altri contatti in comune (un suo parente, un amico di entrambi)?

La lontananza può giocare questi brutti scherzi: non ci si vede per anni, perché ognuno conduce la propria vita in luoghi diversi, e se l’amico è deceduto non abbiamo avuto occasione di venirne a conoscenza perché nessun ci ha informati. A questo punto, come sapere se una persona è morta?

Chiedere all’ultimo Comune di residenza

Possibilità numero 1 per sapere se una persona è morta: chiedere al Comune in cui ha avuto l’ultima residenza (in questo caso, dire l’ultima dimora sarebbe inopportuno). Chiunque lo può fare, ma non per telefono o verbalmente: si dovrà chiedere un certificato di residenza, di esistenza in vita o di morte. Se ci forniscono quest’ultimo, ecco che non ci sono più speranze: avremo davanti agli occhi che la persona è davvero morta e sapremo anche quando e dove.

Chiedere al Comune di nascita

Piano B per sapere se una persona è morta: chiedere al suo Comune di nascita. Basta sapere come si chiama (se non lo sapessimo, perché lo cercheremmo?), dov’è nato e, più o meno, quando. Giusto per accelerare la ricerca. Se quella persona è davvero scomparsa (nel senso di passata a miglior vita), il Comune di nascita deve esserne al corrente: quando avviene un decesso, infatti, l’ufficiale di stato civile che redige l’atto di morte lo comunica anche al Comune di nascita e di residenza del defunto.

In questo caso, comunque, se la località è dall’altra parte dell’Italia è possibile chiedere il certificato di morte a mezzo posta, allegando le eventuali marche da bollo richieste.

Assumere un investigatore privato

Può sembrare una soluzione da telefilm per sapere se una persona è morta, ma a mali estremi, rimedi altrettanto estremi.

Se rintracciare qualcuno è una questione davvero importante e di una certa urgenza e interpellare i Comuni non ha portato alcun risultato, non resta che assumere un investigatore privato e sguinzagliarlo alla ricerca del soggetto di cui abbiamo perso le tracce. Certo, può essere costoso, soprattutto se le ricerche durano parecchio. Un consiglio? Pensateci bene prima di assumere Jessica Fletcher: è assai probabile che vi trovi quella persona, ma è meno probabile che sia ancora in vita.

note

Autore immagine: 123rf.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI