Diritto e Fisco | Articoli

Cosa rischia un minorenne per i rapporti sessuali col coetaneo?

17 Ottobre 2017
Cosa rischia un minorenne per i rapporti sessuali col coetaneo?

Se sei minorenne vai in galera se hai rapporti sessuali con un coetaneo o vanno in prigione i genitori?

Si chiama «età del consenso» e segna il momento in cui il ragazzo o la ragazza possono liberamente decidere di avere rapporti sessuali con chiunque. In Italia l’età del consenso è 14 anni. Quindi a partire da 14 anni si può consumare un rapporto con un coetaneo o con un maggiorenne. La persona, anche molto più grande, che compie un atto sessuale con un giovane o una giovane che ha almeno 14 anni non commette alcun tipo di reato e non può essere processato. L’unica eccezione è prevista quando il rapporto sessuale viene consumato con il genitore anche adottivo, il tutore o altra persona con cui, per ragioni di cura, di educazione, di istruzione, di vigilanza o di custodia, il minore è affidato o che abbia, con quest’ultimo, una relazione di convivenza; in questo caso l’età del consenso è 16 anni e non più 14. Detto ciò vediamo che rischia il minorenne per rapporti sessuali con un coetaneo.

Come detto, se i due minorenni hanno almeno 14 anni, sono liberi di avere rapporti sessuali e nessuno dei due rischia nulla, né i loro genitori. Le cose non cambiano se, all’esito del rapporto sessuale, la ragazza resta incinta. Visto che l’età del consenso è di 14 anni, i genitori della giovane in gravidanza non possono denunciare il padre del bambino. In ogni caso, per il matrimonio sono necessari i 16 anni e il procedimento di emancipazione. Per questi e altri aspetti sul tema leggi A quale età si possono avere rapporti sessuali?

Che succede, però, se almeno uno dei due giovani ha meno di 14 anni? Cosa rischia l’altro se anch’egli ha meno di 14 anni e cosa rischia invece se ne ha di più?

Bisogna distinguere:

  • se il più giovane ha 13 anni, non c’è reato a condizione che l’altro non abbia più di 17 anni. Quindi è reato quando si consuma un rapporto sessuale tra un ragazzo che ha 13 anni e uno che ne ha 18 o più (in pratica non ci deve essere una differenza di età superiore a quattro anni). Invece non è reato se il rapporto sessuale è tra due tredicenni, o tra un tredicenne e un quattordicenne o un quindicenne;
  • se il più giovane ha meno di 13 anni è sempre reato. A risponderne saranno i genitori per non aver educato correttamente il figlio.

Attenzione: rientra nel concetto di rapporto sessuale anche quello omosessuale; quindi i rapporti con minorenni dello stesso sesso rientrano nei predetti divieti.

Età del giovane
Età del meno giovane
Reato?
1414 o più grandeNo
1418 o più grandeNo
1314No
1315No
1316No
1317No – Il reato scatta se il partner più adulto ha almeno 18 anni
1214 o più grandeSi
14,15, 16 o 17Da 14 anni in suSi se in cambio del rapporto sessuale è promesso denaro o altre utilità


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube