Business | Articoli

Canone Rai: cambiano i termini per richiedere l’esenzione

6 marzo 2017


Canone Rai: cambiano i termini per richiedere l’esenzione

> Business Pubblicato il 6 marzo 2017



Ritieni di non dover pagare il canone? Da quest’anno il modello di richiesta per l’esenzione può presentarsi sempre. Ecco come.

 

L’Agenzia delle entrate con il provvedimento del 24 febbraio 2017 [1] ha modificato la precedente disciplina in tema di presentazione dei modelli per l’esenzione dal pagamento del canone Rai.

Il Canone in bolletta e la non detenzione

Il Canone Rai è stato inserito nella bolletta energetica. Per il 2017 l’importo è stato abbassato a 90 euro, 9 euro al mese per 10 mesi di bollette.  Ci sono dei casi in cui però il canone non è dovuto, in generale nella maggior parte dei casi questi sono riconducibili alle dichiarazioni di non detenzione, ovvero quando il contribuente dichiara di non possedere un televisore e dunque di non dovere pagare il canone. Ricordiamo che il canone è dovuto una sola volta, in relazione agli apparecchi televisivi detenuti nei luoghi adibiti di residenza o dimora, dal soggetto e dai soggetti appartenenti ad uno stessa famiglia anagrafica.

Vale la pena specificare, seppur possa sembrare banale, che i “trader”, i venditori di energia, fungono in tal caso solo da intermediari. Pertanto l’importo relativo al canone e pagato in bolletta, non verrà pagato al venditore di energia, ma, naturalmente, all’Agenzia per loro tramite.

Nessun termine perentorio per presentare il modello

Con le modifiche apportate al precedente provvedimento [2] l’Agenzia delle entrate dà la possibilità agli utenti di presentare il modello di non detenzione ogni giorno dell’anno, scaricando il modello dal sito dell’Agenzia delle entrate.

Da quando parte l’esenzione?

Nel caso in cui la dichiarazione venga redatta dopo il 1° di gennaio, il canone tv non sarà dovuto a partire dal secondo semestre dell’anno in questione. Se i presupposti ricorrono, invece, da una data successiva al 1° luglio non è dovuto a partire dal primo semestre dell’anno successivo.

Il contribuente dovrà indicare nel “quadro B” del nuovo modello di non detenzione la data di inizio delle nuova situazione.

Canone Rai: si può annullare la comunicazione di non detenzione?

La comunicazione di non detenzione può essere revocata: in tal caso il canone verrà addebitato in bolletta dal mese successivo alla revoca stessa.

note

[1] Provvedimento n. 39345 del 24 febbraio 2017

[2] Provvedimento del 24 marzo 2016, e successive modifiche, concernente modalità e termini di presentazione della dichiarazione sostitutiva relativa al canone di abbonamento alla televisione per uso privato ai sensi dell’articolo 1, comma 153, lettera a), della legge 28 dicembre 2015, n. 208, e approvazione del relativo modello.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI