Business | Articoli

Sanzioni disciplinari al lavoratore: illegittime se la contestazione è generica

14 Giugno 2013 | Autore:


> Business Pubblicato il 14 Giugno 2013



Illegittima la sanzione disciplinare non preceduta da contestazione specifica.

La sanzione disciplinare inflitta dal datore di lavoro al proprio dipendente è illegittima se non è preceduta dalla contestazione specifica delle infrazioni commesse dal lavoratore. A ricordarlo è la  Cassazione, in una sentenza di ieri [1].

La legge [2] prevede un articolato procedimento disciplinare secondo cui il datore di lavoro, prima di infliggere una sanzione, deve contestare in modo tempestivo e specifico i fatti addebitati al lavoratore e sentirlo a sua difesa.

Solo in questo modo il dipendente può venire a conoscenza delle accuse mossegli e difendersi in modo adeguato. Di conseguenza, qualora la contestazione manchi o sia incompleta perché non indica infrazioni specifiche, ma accuse generali, la sanzione è illegittima in quanto viola il diritto di difesa del lavoratore.

Su tali premesse, la Cassazione ha dichiarato illegittima la sanzione inflitta al dipendente di un Comune poiché le contestazioni non contenevano eventi specifici ma rimandavano genericamente alla violazione di divieti.

note

 

[1] Cass. sent. n. 14880 del 13.06.2013.

[2] Art. 7 Statuto dei lavoratori.


scarica un contratto gratuito
Creato da avvocati specializzati e personalizzato per te

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA