Business | Articoli

Laurersi in ingegneria: ecco perchè conviene

28 Febbraio 2017
Laurersi in ingegneria: ecco perchè conviene

Secondo la ricerca del centro studi Cni i laureati in ingegneria trovano lavoro più facilmente entro un anno dalla laurea.

Mantengono livelli elevati occupazionali i laureati in ingegneria. Secondo quanto rilevato dal centro studi del Consiglio nazionale degli ingegneri (Cni), infatti, il 67.6% di loro trovano lavoro entro un anno dalla laurea.

Bassi tassi disoccupazionali

Eravamo quasi disabituati a vedere nelle ricerche in materia di lavoro dei valori corrispondenti al tasso naturale di disoccupazione, cioè quei livelli di disoccupazione fisiologici, connaturati nel un sistema economico in uno stato normale di piena occupazione. Eppure gli ingegneri sono forse attualmente l’unica categoria che a 5 anni dalla laurea presenta un tasso disoccupazionale pari al 3,8%. Ad un anno dalla laurea è, invece, pari al 10,5%,  contro il 20,6% rilevato tra tutti i laureati.

Retribuzioni mediamente più alte

Anche dal punto di vista retributivo la situazione per i neo ingegneri appare piuttosto rosea, posto che lo stipendio medio è di 1.705 euro netti al mese.

Gli ingegneri civili lavorano meno

Tuttavia non bisogna farsi prendere la mano: in primo luogo gli stipendi sono nettamente più bassi che all’estero, ma il problema più grande è che ci sono interi rami del settore che invece subiscono le conseguenze dei mercati ad essi connessi. Se continua a salire la richiesta di ingegneri elettronici, energetici ed informatici, la situazione continua ad esser poco entusiasmante per altre specializzazioni. Una per tutte l’ingegneria civile, che mostra chiaramente di patire tanto la crisi del settore immobiliare, quanto tutte le problematiche connesse in questa fase storica alla libera professione.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube