Business | Articoli

Assunzioni Pa: 1300 posti, le posizioni presto disponibili

28 Febbraio 2017
Assunzioni Pa: 1300 posti, le posizioni presto disponibili

In arrivo 1300 assunzioni nelle pubbliche amministrazioni. Il decreto firmato dal ministro Madia promette nuovi accessi nel settore pubblico.

Il ministro Madia firma un decreto per 1300 assunzioni nella pubblica amministrazione. Nuove assunzioni nel settore pubblico nella pubblica amministrazione. Ecco i primi dettagli.

Intervento possibile grazie ai precedenti tagli alle Province

Le 1300 le assunzioni sarebbero rese possibili dai precedenti interventi sulle Province. Il decreto firmato sarebbe già sul tavolo del ministro Madia, in attesa della firma del ministro dell’Economia.

I dettagli: 12 posti per dirigenti

Ecco le posizioni che dovrebbe aprire il decreto:

  • solo 12 sarebbero le posizioni per dirigenti;
  • 301 posti nel ministero dei Beni Culturali;
  • 259 posti presso l’Inps;
  • 130 posti nel dipartimento dell’amministrazione penitenziaria del ministero della Giustizia.

Non si considerano tra le posizioni aperte in questa tornata i posti nelle forze armate di cui ampliamente vi abbiamo parlato nei nostri articoli riguardo il concorso Marescialli. Per maggiori dettagli circa tali concorsi in Esercito, Marina Militare, Aereonautica, vi rimandiamo ai nostri articoli.

Piano straordinario per i lavoratori precari

Per favorire l’ingresso ai vincitori dei precedenti concorsi pubblici, per anni impiegati in modo precario, è previsto un piano straordinario di rientro.

Lo stesso dicasi per quanto riguarda i lavoratori che hanno partecipato ai concorsi precedenti, ma di fatto non sono stati impiegati.

Vi terremo aggiornati.

Vi terremo invece aggiornati su quest’altri passi del ministero sotto la guida Madia


note

Autore immagine: Pixabay.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube