Business | Articoli

Bonus 80 euro: in quanti lo restituiscono e perchè

1 Marzo 2017


Bonus 80 euro: in quanti lo restituiscono e perchè

> Business Pubblicato il 1 Marzo 2017



Tantissimi italiani hanno dovuto restituire il bonus Renzi, ecco i dettagli, le soglie e come evitare errori.

Tra gli 11,9 milioni di soggetti che avevano ottenuto il bonus di 80 euro circa 966mila hanno dovuto restituire integralmente il bonus in sede di dichiarazione dei redditi. Vediamo chi deve restituire le somme ricevute.

Come funziona il bonus 80 euro

Una preliminare considerazione di fondo: il bonus non è un bonus, ma una misura concessa a chi ha un reddito da lavoro dipendente o assimilato, che permette lo sgravio del costo del lavoro.

Il cosiddetto bonus Renzi è concesso a tutti i lavoratori dipendenti o assimilati e viene introdotto all’interno della busta paga in una voce dedicata: l’importo previsto è di 80 euro al mese per un totale di 960 euro

Le soglie di reddito

La soglia di reddito per ricevere il bonus era fissata dalla legge in 24mila euro, con un valore decrescente dell’importo erogato per coloro i quali percepiscono un reddito tra i 24mila e i 26mila euro.

Chi ha quindi superato durante l’anno tali soglie di reddito ha dovuto restituire in tutto o in parte quanto ricevuto.

Secondo i dati rilasciati dal ministero dell’Economia e finanze 966mila hanno dovuto restituire integralmente il bonus in sede di dichiarazione, mentre in  765mila soggetti ne hanno dovuto restituire solo una parte.

Perchè devo restituire tali somme?

La restituzione deriva da una discrepanza tra il calcolo effettuato dal Mef sui redditi del 2014 e i redditi di questi ultimi anni. Discrepanza che spesso non viene corretta dal contribuente attraverso una modifica al 730 precompilato. Pertanto un primo ed importante consiglio pratico per evitare errori è di controllare con la massima perizia il 730 precompilato che l’Agenzia delle entrate mette disposizione ogni anno.

Prima di procedere all’accettazione e all’invio della dichiarazione precompilata, conviene dunque rivolgersi ad un Caf o al proprio commercialista. I costi di un errore potrebbero essere infatti molto superiori.

Posso rinunciare al bonus Renzi?

Si può rinunciare al bonus Renzi. Per farlo è necessario dichiarare l’errore all’Inps non appena se ne viene a conoscenza, accedendo al cassetto previdenziale del cittadino tramite il proprio Pin. La rinuncia viene effettuata attraverso una specifica dichiarazione con la quale si afferma di non avere più i requisiti necessari a godere del bonus.



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI