Business | Articoli

Garanzia Giovani 2017: guida e dettagli Inps

2 marzo 2017


Garanzia Giovani 2017: guida e dettagli Inps

> Business Pubblicato il 2 marzo 2017



L’Inps fa chiarezza e dà i dettagli sui nuovi incentivi per l’assunzione dei lavoratori registrati a Garanzia giovani. Vediamoli insieme.

L’Inps disciplina il nuovo incentivo legato al programma Garanzia giovani, il programma che supporta i datori di lavoro che assumono giovani tra i 16 e i 29 anni di età, non inseriti in un percorso di studi o formazione e disoccupati.

Il nuovo bonus per il 2017

Nel rimandarvi al nostro articolo per le linee base di questo incentivo per il 2017, vediamo i chiarimenti dati dall’ente previdenziale con la circolare diffusa ieri [1].

I chiarimenti dell’Inps su Garanzia giovani

L’istituto di previdenza ha chiarito che la misura varrà per i rapporti di lavoro che si instaureranno nel corso del 2017, sia a tempo pieno che a tempo parziale, e potrà essere richiesta per le assunzioni sia a termine (per periodi pari o superiori a 6 mesi) che a tempo indeterminato, anche se solo a scopo di somministrazione. Si potrà richiedere anche per i contratti di apprendistato professionalizzante e per i rapporti di lavoro subordinato instaurati nell’ambito di un vincolo associativo nelle cooperative.

Non sono invece assoggettabili all’incentivo gli apprendistati diversi da quelli professionalizzante, né tanto meno il lavoro di tipo domestico, intermittente ed accessorio.

Come funziona il beneficio per le imprese

I benefici, come chiarito dall’Inps anche per altri tipi di incentivi, saranno concessi nei limiti delle somme stanziate, e variano a seconda del tipo di rapporto instaurato.
In particolare è previsto che:

  • Per le assunzioni a tempo determinato, l’agevolazione sarà pari al 50% della contribuzione previdenziale a carico del datore di lavoro, ad esclusione del premio Inail, e fino ad un massimo doi 4.030 euro su base annua.
  • Per i rapporti a tempo indeterminato, invece, la facilitazione raddoppierà coprendo l’intera contribuzione datoriale, sia riguardo al tetto massimo, previsto in  8.060 euro.

In ogni caso l’agevolazione è applicabile solo per un anno o per il minor periodo in caso di rapporti a termine e soggiace alla disciplina relativa al regime “de minimis”.  La misura dovrà essere fruita mediante un conguaglio sulle denunce contributive Uniemens o Dmag non oltre il termine perentorio del 28 febbraio 2019.
Infine potranno beneficiarne solo i datori che siano in possesso della regolarità contributiva, che rispettino gli accordi e i contratti collettivi in assenza di violazioni della normativa posta a tutela delle condizioni di lavoro.

Come richiedere la misura?

Per sapere come fare a beneficiare della misura e come far richiesta della stessa, rimandiamo alla sezione in pratica in calce a questo articolo.

Posso cumulare questa agevolazione con altri incentivi?

L’agevolazione non è cumulabile con altri incentivi all’assunzione di natura economica o contributiva, come quelli di cui abbiamo parlato nei nostri precedenti articoli.

01| Per richiedere il bonus i datori di lavoro dovranno avvalersi del modulo di istanza online “OCC.GIOV.” disponibile all’interno dell’applicazione “Diresco”, sul sito www.inps.it.

02| Dovranno inoltrare all’Inps una domanda preliminare di ammissione, tramite un modulo telematico di richiesta che sarà reso disponibile entro la metà del mese di marzo.

03| L’Inps verificherà poi la presenza di risorse disponibili e comunicherà eventualmente all’azienda l’avvenuta prenotazione delle somme.

04| I datori di lavoro entro 10 giorni dalla ricezione della conferma di prenotazione dovranno completare l’operazione. Entro 7 giorni dovranno procedere all’assunzione e avranno altri 3 giorni per dare comunicazione all’Inps della stessa.

05| Nota bene: se si superano i tempi, la prenotazione perde efficacia: in tal caso il datore di lavoro dovrà trasmettere una nuova domanda.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

  1. Come da vostra newsletter che ho letto, io ho iscritto mia figlia (28 anni) “Garanzia giovani” sul sito della Regione Lombardia, mia figlia è stata chiamata dalla Regione, la quale gli ha detto che se compiva 29 anni a Settembre rientrava nel programma “Garanzia giovani”. Mia figlia ha compiuto 29 anni a Maggio 2017, mi spiegate cosa cambia? secondo voi questo è normale?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI