Business | Articoli

Agenzia delle Entrate: truffa via mail

3 Marzo 2017
Agenzia delle Entrate: truffa via mail

Una nuova truffa circola nel web e sfrutta il logo dell’Agenzia delle entrate. 

L’Agenzia delle entrate tramite un comunicato stampa ha allertato i cittadini su un nuovo caso di phishing che potrebbe rivelarsi particolarmente pericoloso.

Logo e numeri dell’Agenzia delle Entrate

Il tentativo di phishing sfrutta il logo e i numeri di telefono reali dell’Agenzia delle entrate, illudendo quindi chi la riceve della veridicità della mail.  

Nel messaggio si chiede di estinguere un debito con un dipartimento finanziario statale per il quarto trimestre del 2016. 

In mancanza di tale estinzione, avvisa la mail fasulla, si procederà ad un prelievo diretto dal conto corrente.

Ma naturalmente è tutto falso…e non è la prima volta. Secondo quanto affermato dalle Entrate un precedente tentativo del genere era già stato segnalato nel 2016 e come i nostri più assidui lettori ricorderanno ne abbiamo parlato anche sulle nostre pagine.

Il comunicato dell’Agenzia delle Entrate

A dare conferma del fatto che, purtroppo la notizia non è una bufala allarmista, è la stessa Agenzia delle entrate, che, a seguito delle segnalazioni di alcuni cittadini più attenti e scrupolosi, ha emesso un comunicato chiarendo la sua totale estraneità ai fatti: «Stanno pervenendo in questi giorni segnalazioni da parte di alcuni cittadini che hanno ricevuto email di phishing nella propria casella di posta elettronica apparentemente inviate da alcuni uffici dell’Agenzia delle Entrate e contenenti riferimenti a numeri telefonici reali».

Si esorta pertanto a non tenere conto delle richieste e a non aprire gli allegati, cestinando direttamente l’email.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube