HOME Articoli

Lo sai che? Mantenimento ex coniuge: detrazione sull’assegno unico

Lo sai che? Pubblicato il 28 ottobre 2017

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 28 ottobre 2017

Posso portare in detrazione l’assegno una tantum per il mantenimento dell’ex moglie?

Al quesito posto non può essere data risposta positiva. L’Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione 153/E dell’11 giugno 2009, ha chiarito che il contributo una tantum, anche qualora versato a rate, non beneficia della deduzione dal reddito complessivo del contribuente prevista, invece, per gli assegni di mantenimento periodici corrisposti in favore del coniuge.

Analogamente non è prevista alcuna tassazione di detto contributo per il beneficiario, al contrario di quanto accade per gli assegni periodici assimilabili ex art. 50 comma 1 lettera I del Tuir (T.U. 917/86) a quelli da lavoro dipendente. Ciò in quanto il contributo corrisposto a titolo di una tantum rappresenta “una transazione in ordine alle pregresse posizioni patrimoniali dei coniugi“.

La querelle sul differente regime fiscale al quale sono sottoposti gli assegni periodici e quello una tantum, ha superato per ben due volte anche il vaglio della Corte costituzionale, sia nel 2001 (Ord. 383/2001) sia nel 2007 (Ord. 113/2007), atteso che «l’importo da corrispondere in forma periodica viene stabilito in base alla situazione esistente al momento della pronuncia, con la conseguente possibilità di una … revisione, in aumento o in diminuzione; mentre al contrario quanto versato una tantum, che non corrisponde necessariamente alla capitalizzazione dell’assegno periodico, viene concordato liberamente dai coniugi nel suo ammontare e definisce una volta per tutte i loro rapporti per mezzo di una attribuzione patrimoniale, producendo l’effetto di rendere non più rivedibili le condizioni pattuite, le quali restano così fissate definitivamente».

Articolo tratto da una consulenza dell’Avv. Serafina Funaro


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI