Diritto e Fisco | Articoli

Pensione contributiva, come si ottiene?

26 Dicembre 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 26 Dicembre 2017



Pensione di vecchiaia e anticipata ordinaria e contributiva, totalizzazione: quali trattamenti per chi ha diritto al calcolo integralmente contributivo?

Non possiedi contributi accreditati prima del 1996, oppure sei iscritto alla gestione Separata? Forse non sai che la tua pensione è assoggettata al calcolo interamente contributivo: significa, in parole semplici, che la tua futura rendita è calcolata sulla base del montante contributivo, cioè dei contributi accumulati, trasformati in pensione da un coefficiente che cresce con l’età pensionabile. Questo calcolo risulta sicuramente più penalizzante rispetto al calcolo retributivo, che si basa sugli ultimi stipendi.

Chi è assoggettato al calcolo integralmente contributivo della prestazione può però ottenere la pensione a 63 anni e 7 mesi di età, oppure con soli 5 anni di contributi, rispettando determinate condizioni.

Vediamo dunque quali sono le pensioni a cui ha diritto chi è assoggettato al calcolo interamente contributivo del trattamento.

Pensione di vecchiaia ordinaria

Chi non possiede contributi precedenti al 1996 o è iscritto alla Gestione Separata può ottenere, innanzitutto, la pensione di vecchiaia ordinaria, con 66 anni e 7 mesi di età (per gli uomini e le lavoratrici pubbliche; per le lavoratrici dipendenti del settore privato il requisito è attualmente pari a 65 anni e 7 mesi e per le autonome  a 66 anni e 1 mese; dal 2018 il requisito sarà pari a 66 anni e 7 mesi per tutti) e un minimo di 20 anni di contributi; per chi è assoggettato al calcolo integralmente contributivo della prestazione è inoltre necessario che il trattamento mensile sia almeno pari a 1,5 volte l’assegno sociale, ossia a 672 euro (per l’anno 2017).

Pensione di vecchiaia contributiva

Chi non soddisfa i requisiti previsti per la vecchiaia ordinaria può ottenere la pensione di vecchiaia contributiva; per la pensione di vecchiaia contributiva sono sufficienti 5 anni di contributi e non ci sono limiti legati all’ammontare dell’assegno: bisogna però attendere 70 anni e 7 mesi di età.

Pensione anticipata ordinaria

La pensione anticipata ordinaria  non è legata all’età pensionabile, ma può essere ottenuta a qualsiasi età se si possiedono almeno 42 anni e 10 mesi di contributi (requisito valido per gli uomini) o 41 anni e 10 mesi di contributi (requisito valido per le donne).

Pensione anticipata contributiva

Al contrario della pensione anticipata ordinaria, la pensione anticipata contributiva è anche legata all’età pensionabile; in particolare, per ottenerla si devono possedere 63 anni e 7 mesi di età e 20 anni di contributi; la pensione mensile non può essere inferiore a 2,8 volte l’assegno sociale, cioè a 1.254,60 euro (per l’anno 2017).

Pensione di vecchiaia e di anzianità in totalizzazione

Per chi decide di sommare gratuitamente i contributi presenti in gestioni diverse è poi possibile ottenere la pensione di vecchiaia e di anzianità in totalizzazione:

  • per la pensione di vecchiaia sono necessari 65 anni e 7 mesi di età più 20 anni di contributi; dal momento della maturazione dell’ultimo requisito utile al momento della liquidazione della pensione si deve attendere una finestra di 18 mesi;
  • per la pensione di anzianità sono necessari 40 anni di contributi; dal momento della maturazione dell’ultimo requisito utile al momento della liquidazione della pensione si deve attendere una finestra di 21 mesi.

La totalizzazione comporta il ricalcolo contributivo della pensione: per chi è già soggetto di per sé al calcolo contributivo non cambia quindi nulla, in merito alla misura della prestazione.

Pensione col cumulo dei contributi

Non comporta il ricalcolo contributivo (ma questo, per chi non ha contributi precedenti al 1996, come abbiamo visto non comporta alcun vantaggio), invece, il cumulo dei contributi [1]: si tratta di una nuova possibilità che, come la totalizzazione, consente di sommare gratuitamente la contribuzione presente in casse differenti; con la pensione in cumulo è possibile ottenere la pensione di vecchiaia e anticipata ordinaria, con i medesimi requisiti già esposti, oppure la pensione d’inabilità e la pensione ai superstiti.

Futuri aumenti dei requisiti per la pensione

I requisiti per la pensione, in base a quanto reso noto sinora, dovrebbero aumentare di 5 mesi nel 2019 e di ulteriori 3 mesi nel 2021.

In particolare:

  • l’età per la pensione di vecchiaia ordinaria dovrebbe salire a 67 anni nel 2019 e a 67 anni e 3 mesi nel 2021, mentre resterà fermo il requisito contributivo pari a 20 anni e l’ulteriore requisito che richiede, per gli assoggettati al calcolo integralmente contributivo, una pensione pari a 1,5 volte l’assegno sociale;
  • l’età per la pensione di vecchiaia contributiva dovrebbe salire a 71 anni nel 2019 e a 71 anni e 3 mesi nel 2021, mentre resterà fermo il requisito contributivo pari a 5 anni;
  • la pensione anticipata potrà essere ottenuta con 43 anni e 3 mesi di contributi per gli uomini e 42 anni e 3 mesi di contributi dal 2019, con 43 anni e 6 mesi di contributi per gli uomini e 42 anni e 6 mesi di contributi dal 2021;
  • l’età per la pensione anticipata contributiva dovrebbe salire a 64 anni nel 2019 e a 64 anni e 3 mesi nel 2021, mentre resterà fermo il requisito contributivo pari a 20 anni e l’ulteriore requisito che richiede, per gli assoggettati al calcolo integralmente contributivo, una pensione pari a 2,8 volte l’assegno sociale;
  • l’età per la pensione di vecchiaia in totalizzazione dovrebbe salire a 66 anni nel 2019 e a 66 anni e 3 mesi nel 2021, mentre resterà fermo il requisito contributivo pari a 20 anni e l’ulteriore requisito che richiede l’attesa di una finestra pari a 18 mesi;
  • la pensione di anzianità in totalizzazione potrà essere ottenuta con 41 anni di contributi dal 2019, con 41 anni e 3 mesi di contributi dal 2021, mentre resterà fermo l’ulteriore requisito che richiede l’attesa di una finestra pari a 21 mesi.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI