Diritto e Fisco | Articoli

Elettrodomestici da buttare: come fare

5 Novembre 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 5 Novembre 2017



Una guida per procedere in modo corretto allo smaltimento di elettrodomestici inservibili.

Anche per lo smaltimento degli elettrodomestici e in generale dei cosiddetti RAEE (cioè dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche) esistono regole precise finalizzate ad evitare che i componenti di questi apparecchi possano danneggiare ed inquinare l’ambiente con effetti deleteri anche sulla salute umana e per consentirne un importantissimo riciclo.

Cosa sono i RAEE

Se ci si chiede come procedere in caso di elettrodomestici da buttare occorre innanzitutto dire che sono soggetti alle regole dello smaltimento dei RAEE tutte le apparecchiature di utilizzo domestico che funzionino a corrente o con l’impiego di batterie.

Ci stiamo riferendo, quindi, agli elettrodomestici in generale (lavatrici, lavastoviglie, cucine, frigoriferi, ecc.) ed anche ai climatizzatori, ai computer, ai telefoni cellulari, ai televisori, alle lampadine (anche a quelle di ultima generazione con elevato risparmio energetico), ai videogiochi, alle radio e radiosveglie, ai carica batterie, ai ferri da stiro, ai videoregistratori, alle macchine fotografiche e chi più ne ha, più ne metta.

Una quantità enorme di questi apparecchi giace inutilizzata nei ripostigli (ogni italiano produce annualmente circa tredici chilogrammi di RAEE) e andrebbe, invece, correttamente smaltita.

Gli elettrodomestici da smaltire si definiscono RAEE.

Come smaltire i RAEE

La regola fondamentale per smaltire in modo corretto questi apparecchi è quella di non conferirli nell’indifferenziato.

La regola base è quella di consegnarli ai centri raccolta e/o alle isole ecologiche appositamente istituite in un numero sempre crescente di comuni italiani.

Talvolta, poi, per incentivare il corretto smaltimento di elettrodomestici e di apparecchi elettronici diverse amministrazioni locali realizzano raccolte da utilizzarsi presso centri convenzionati per i più diversi scopi (si spera non in contrasto con le finalità di contenimento dei consumi e di riduzione dei rifiuti che dovrebbero ispirare ogni iniziativa di raccolta differenziata e di smaltimento al passo con le esigenze di un futuro ecocompatibile ed ecosostenibile).

Detto questo, deve essere aggiunto che la normativa italiana prevede anche:

  • il cosiddetto uno contro uno e cioè il diritto per l’acquirente di consegnare per lo smaltimento, all’atto dell’acquisto di un nuovo elettrodomestico, quello vecchio del medesimo tipo: se, per esempio, si acquista un nuovo televisore o un nuovo frigorifero si avrà diritto a consegnare per lo smaltimento il vecchio televisore o il vecchio frigorifero che sia al termine del ciclo di utilizzo. È importante sapere che se la consegna del nuovo elettrodomestico avviene al domicilio del consumatore, il ritiro dell’elettrodomestico vecchio da smaltire deve avvenire gratuitamente;
  • la normativa italiana prevede anche il cosiddetto uno contro zero [1]: per i piccoli elettrodomestici (la cui misura esterna non deve superare i venticinque centimetri) è possibile effettuarne lo smaltimento portandoli presso punti vendita di superficie superiore ai quattrocento metri quadri e consegnarli gratuitamente anche nel caso in cui non si faccia alcun acquisto (i punti vendita non possono rifiutarsi di accettare i piccoli elettrodomestici per l’uno contro zero a meno che questi non rappresentino un rischio per la salute e la sicurezza del personale per motivi di contaminazione oppure se essi risultino privi dei loro componenti essenziali).

Lo smaltimento degli elettrodomestici vecchi è gratuito se il nuovo ti viene consegnato al tuo domicilio.

note

[1] Decreto ministeriale n. 121/2016.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI