HOME Articoli

Lo sai che? Lecito fotocopiare in segreto documenti aziendali per usarli in causa

Lo sai che? Pubblicato il 22 novembre 2012

Articolo di

> Lo sai che? Pubblicato il 22 novembre 2012

Il dipendente non viola la privacy aziendale se utilizza i documenti segreti per provare in giudizio le vessazioni perpetrate dai superiori.

Il lavoratore può fotocopiare o scannerizzare documenti segreti aziendali per utilizzarli in giudizio come prova delle vessazioni subite: il datore, dunque, non può accusarlo di infedeltà o violazione della privacy aziendale.

Il caso

Lo ha deciso la Cassazione [1] che, in una recente sentenza, ha annullato il licenziamento a carico di un lavoratore, accusato di aver spulciato negli archivi dell’impresa per far valere i propri diritti in tribunale nei confronti di alcuni superiori che, a suo dire, lo vessavano. Il dipendente, in particolare, si era spinto a recuperare anche la corrispondenza tra i dirigenti.

Nessuna infedeltà

È giustificabile quindi la condotta del lavoratore che acquisisce materiale per documentare la violazione dei propri diritti in seno all’azienda. L’utilizzazione di documenti del datore di lavoro, se finalizzata all’esercizio di diritti, non costituisce violazione degli obblighi di fedeltà.

 

 

note

[1] Cass. sent. n. 20163 del 16.112012.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

Hai un dubbio giuridico, curiosità che ti piacerebbe conoscere? Chiedicelo

CERCA CODICI ANNOTATI