Diritto e Fisco | Articoli

Condominio: l’acquisto di un garage da diritto alle detrazioni?

10 novembre 2017


Condominio: l’acquisto di un garage da diritto alle detrazioni?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 10 novembre 2017



In caso di acquisto di un garage, già costruito e distante circa 600 metri dall’abitazione principale del contribuente, che intenderebbe renderla pertinenziale alla sua residenza,  si ha diritto alla detrazione fiscale prevista dall’articolo 16-bis TUIR? E in quale percentuale?

 Per rendere una risposta compiuta e soddisfacente al quesito che è stato posto occorre effettuare alcune indispensabili premesse.

Il diritto alla detrazione IRPEF [1] si concretizza in tutti quei casi in cui si verifica l’acquisto di un box di nuova costruzione ceduto da parte del costruttore stesso. Inoltre, come nel caso di specie, il box deve essere dichiarato di pertinenza di un’abitazione (non è rilevante il fatto che l’abitazione sia o meno residenza principale del contribuente). Il fatto che sia a qualche centinaio di metri di distanza non ha pregio alcuno, a patto che il vincolo di pertinenza risulti esplicitamente indicato nell’ambito del rogito.

La detrazione ai fini IRPEF cui ha diritto il contribuente è pari al 50% dei costi di realizzazione che devono necessariamente essere attestati da parte del costruttore, a prescindere da quale possa essere il prezzo di acquisto.

Recentemente l’Agenzia delle Entrate ha aperto alla possibilità di ottenere la detrazione per ristrutturazione per l’acquisto di box e posti auto di pertinenza anche nel caso in cui il pagamento al costruttore non venga effettuato con un bonifico (bancario o postale) dedicato. È stato, infatti, ritenuto essere sufficiente, il rilascio da parte del venditore di un’autocertificazione secondo cui i corrispettivi sono stati inclusi nella contabilità dell’impresa.

La novità è riportata nella Circolare dell’Agenzia delle Entrate, secondo cui il contribuente che acquisti un box auto pertinenziale anche senza bonifico bancario/postale può fruire della detrazione [3], a condizione che ottenga dal venditore, oltre alla apposita certificazione circa il costo di realizzazione del box, una dichiarazione sostitutiva di atto notorio che attesti che i corrispettivi accreditati a suo favore siano stati inclusi nella contabilità dell’impresa ai fini della loro concorrenza alla corretta determinazione del reddito.

Per completezza espositiva si ritiene opportuno esaminare nella presente risposta anche la questione relativa ai soggetti cui spetta la detrazione sopra citata. Quest’ultima, spetta anche per gli interventi relativi alla realizzazione di autorimesse e posti auto di pertinenza di un’abitazione, sia che si tratti di prima che di seconda casa, e anche se si possiede già un altro box o un altro posto auto. Trattandosi di agevolazione per la costruzione di un nuovo box, la detrazione è riconosciuta solo se si acquista dal costruttore che ha realizzato il box, non quindi da un privato che lo rivende anche se non lo ha mai utilizzato. La detrazione, peraltro, spetta anche nel caso che si acquisti contemporaneamente abitazione e box.

La risposta al quesito è quindi sostanzialmente negativa a meno che la parte venditrice non sia rappresentata dall’impresa che ha realizzato il garage in questione. Nulla conta il momento in cui l’unità immobiliare è stata ultimata rispetto al momento della sottoscrizione dell’atto di acquisto. Si ripete che l’immobile in acquisto, per poter essere agevolato, deve essere ceduto dal soggetto che lo ha realizzato.

L’articolo è tratto dall’ebook:

note

[1] Art. 16-bis TUIR.

[2] Circolare del 18 novembre 2016 n. 43 dell’Agenzia delle Entrate – Direzione Centrale Normativa, titolata “Interpello ai sensi dell’articolo 11 della legge n. 212 del 2000 – Agevolazione del 36% – Acquisto di box auto pertinenziale senza bonifico bancario (art. 16-bis, comma 1, lett. d) del TUIR)”.

[3] Art. 16-bis TUIR.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

  1. Buongiorno, nell’ipotesi di acquisto dal costruttore di un box ristrutturato pertineziale alla propria prima casa, per poter detrarre le spese di costruzione è valido il limite dell’acquisto entro i 18 mesi dalla fine dei lavori (come per gli altri immobili) oppure questo limite non vale per box e posti auto?
    Grazie mille

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI