Diritto e Fisco | Articoli

Equitalia e vizi della cartella esattoriale #4: Notifica

22 Novembre 2012
Equitalia e vizi della cartella esattoriale #4: Notifica

Un ricorrente vizio che pregiudica la validità della cartella di Equitalia è quello della notifica.

Ne avevamo già parlato in questo articolo: Notifiche delle cartelle esattoriali # 5: I vizi della notifica ma è sempre bene ribadire gli aspetti principali della nullità della notifica delle cartelle esattoriali.

Nullità

Ecco alcuni esempi di vizi che possono portare alla nullità della notifica e, quindi, della cartella esattoriale.

1. Quando la notifica non è stata effettuata alla persona che doveva essere destinataria della cartella (ossia al debitore e al coobbligato in solido) o non sia stata fatta con i mezzi previsti dalla legge (consegna a mezzo posta o a mano al destinatario o a persona di famiglia, o addetta alla casa, all’ufficio o all’azienda, al portiere, ecc.; per una maggiore elencazione, cfr. in nota [1]).

2. Diverse commissioni tributarie hanno ritenuto nulla cartella esattoriale notificata dal comune servizio postale e non dagli ufficiali della riscossione e dai messi comunali. Di ciò abbiamo abbondantemente parlato in altri articoli richiamati in nota [2]

3. Quando vi sia incertezza sulla data in cui è stata effettuata la notifica.

L’incertezza sulla data di notifica deve essere assoluta. Se la data infatti si può evincere, indirettamente, anche da altri elementi della cartella, si deve escludere la nullità della cartella. Per es. è stata considerata valida la cartella ove era indicato il mese e l’anno della notifica, ma non il giorno [3].

Inesistenza

Si ha inesistenza della notifica quando la notifica manca del tutto o è stata effettuata in modo assolutamente diverso da quello previsto dalla relativa normativa [4]. In tal caso non c’è alcuna possibilità per l’Amministrazione di sanare il vizio.

 

 



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. Buongiorno
    Sono un pensionato, mi è arrivato in data 14.05.2012 un fermo amministrativo per un importo di €.6600,00, che però ho trascurato, mi sono accorto adesso forse e tardi, che nel preavviso di fermo che mi contestano nr.11 cartelle, di cui nr.1 dell’Agenzia delle Entrate mi contestano il bollo dell’ anno 2005 con scadenza (ago/ago) notificata in data 14/09/2011 con cartella. La mia domanda è: Per le notifiche la scadenza definitiva non è 5 anni?
    Vi ringrazio per la vostra risposta , Colgo l’occasione per porgervi distinti saluti.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube