Diritto e Fisco | Articoli

Equitalia e vizi della cartella esattoriale #7: Avviso bonario non notificato

27 novembre 2012


Equitalia e vizi della cartella esattoriale #7: Avviso bonario non notificato

> Diritto e Fisco Pubblicato il 27 novembre 2012



Manca l’avviso bonario: la cartella esattoriale è nulla?

Prima di iscrivere a ruolo il debito del contribuente, l’amministrazione deve informarlo dell’esito del controllo, onde consentirgli di regolarizzare bonariamente la propria posizione.

Sulla possibilità tuttavia di ritenere nulla la cartella esattoriale perché non preceduta dall’avviso bonario di pagamento, la giurisprudenza non è completamente d’accordo.

La lettura della legge fa ritenere che l’invio dell’avviso bonario al cittadino è necessario. La norma [1] stabilisce infatti che, prima di procedere all’iscrizione a ruolo di tributi risultanti da dichiarazioni, se sussistono incertezze su aspetti rilevanti della dichiarazione, l’amministrazione finanziaria deve invitare il contribuente, con racc. a.r., a fornire chiarimenti necessari o a produrre i documenti mancanti entro un termine congruo e, comunque, non inferiore a 30 giorni dalla ricezione della richiesta.

Pertanto, se la cartella non è stata preceduta dall’avviso di irregolarità (avviso bonario), il giudice deve annullare la cartella di pagamento. È questo l’orientamento di numerosi tribunali [2].

Precedenti contrari

Tuttavia una recentissima sentenza della Corte di Cassazione [3] ha espresso un orientamento opposto. La nuova pronuncia stabilisce che è legittima l’scrizione a ruolo delle somme dovute per imposte anche senza la preventiva comunicazione d’irregolarità al contribuente.

In ogni caso, qualcuno ha osservato [4] che il mancato invio dell’avviso bonario non potrà privare il contribuente della possibilità di usufruire della riduzione delle sanzioni ad un terzo [5].

 

 

note

[1] Art. 6, comma 5, L. 212/2000.

[2] Comm. Trib. Prov. Milano, sent. 35/2005; Comm. Trib. Reg. Bari, sent. n. 16/2007; Comm. Trib. Prov. Milano, sent. n. 299/2007; Comm. Trib. Reg. Napoli sent. n. 52/2008.

[3] Cass. sent. n. 22035/2010.

[4] Borgoglio, in “Liquidazione della dichiarazione ed avviso bonario”, in Il Fisco, n. 41/2010, pag. 6712, così citato da Nunzio Santi di Paola, in “Come difendersi dalle cartelle esattoriali”, Maggioli Ed. 2012, 466.

[5] CAss. sent. n. 17396/2010.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI