Diritto e Fisco | Articoli

Inps: dove inserire codice pin

30 Novembre 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 30 Novembre 2017



Il portale dell’istituto per la previdenza sociale permette agli utenti di verificare prestazioni e inoltrare domande attraverso un pin: dove va inserito?

Il portale internet dell’Inps consente agli utenti che ne abbiano interesse, in possesso di apposito pin, di avere accesso ad una piattaforma riservata, contenente lo stato delle domande inoltrate, dei pagamenti erogati e delle prestazioni alle quali si ha diritto. Attraverso una procedura di autenticazione, che richiede di inserire il codice fiscale dell’utente ed il codice pin (ordinario o dispositivo) precedentemente ottenuto dall’istituto previdenziale, si accede ad un’area personale dedicata, nella quale si possono vedere i dati relativi alla propria pensione, alla posizione previdenziale e alle domande e pagamenti. Per potersi autenticare serve quindi un pin, che si può ottenere anche online, e che va inserito nei vari link con l’autenticazione che sono presenti sul portale dell’istituto previdenziale. Vediamo dove inserire il codice pin sul sito internet dell’Inps.

Inps: cos’è il codice pin

È necessaria una breve premessa, in quanto per potersi autenticare serve un codice pin: cosa significa codice pin? Il codice pin è un codice alfanumerico composto da sedici cifre, che viene rilasciato dall’Inps agli utenti che ne facciano richiesta. Si può presentare richiesta online, telefonicamente al contact center, o recandosi presso una delle sedi dell’istituto previdenziale. Solo il pin dispositivo permette di inoltrare domande online, mentre quello ordinario consente soltanto l’accesso all’area dedicata, dove peraltro si possono anche scaricare e stampare i documenti relativi alla propria posizione previdenziale e le informazioni che interessano. Il pin definitivo, dopo il primo accesso al portale e dopo aver seguito la procedura per l’attivazione, è di 8 caratteri, ed andrà inserito – assieme al codice fiscale – per ogni successivo accesso alle pagine dedicate.

Inps: il portale e le pagine di accesso

Una volta ottenuto il pin, l’utente potrà effettuare tutte le verifiche che desidera da remoto, non soltanto da computer ma anche da tablet e smartphone.

Dopo aver effettuato l’accesso al sito internet dell’istituto previdenziale, che è stato recentemente modificato a livello di impaginazione ma i cui contenuti sono sostanzialmente gli stessi, si possono consultare numerose sezioni, a seconda delle informazioni che si desidera ottenere. Molte pagine, di carattere generale, sono liberamente consultabili e la navigazione non richiede alcuna autenticazione, non essendo in questo caso necessaria in quanto i dati contenuti nelle pagine sono riferibili a tutti, e non contengono dati sensibili o sensibilissimi, come tali non divulgabili al pubblico. Numerose sezioni, invece, sono accessibili unicamente dopo aver inserito il proprio codice fiscale ed il pin (sia ordinario che dispositivo). Anzitutto, nella home del sito, la scelta può ricadere sul link «MYINPS», che permette l’accesso alla propria situazione personale, oppure al «fascicolo previdenziale del cittadino», link dove allo stesso modo è possibile accedere e controllare lo stato dei pagamenti, delle prestazioni e delle domande inoltrate all’istituto. Sulla destra dello schermo della home tuttavia, in particolare, ci sono numerose categorie, divise fra temi ed utenti, che permettono una navigazione mirata all’argomento di interesse. Vediamo quindi da quali pagine di accesso è possibile procedere con l’autenticazione e poter poi inserire il codice pin.

Dove inserire il codice pin

L’interfaccia del sito dell’Inps è stata modificata di recente, e gli utenti possono scegliere di fare differenti percorsi sul portale a seconda di quale sia la verifica che vogliono effettuare. Anzitutto è possibile procedere all’autenticazione con pin e codice fiscale cliccando sulla voce «prestazioni e servizi», presente nella homepage del sito dell’Inps (nel banner centrale in alto), ed inserita dopo le voci «l’istituto», «dati ricerche e bilanci», «avvisi, bandi e fatturazione», «INPS comunica», e prima della voce «amministrazione trasparente».

Lo stesso succede se si sceglie di cliccare su una delle voci presenti nella parte destra dello schermo della home page, e che si dividono fra le categorie «utenti e «temi. Ognuna di queste voci comprende a sua volta altri link, sui quali una volta cliccato verrà chiesto di inserire il pin per autenticarsi.

La voce «utenti» è suddivisa nelle seguenti voci:

  • famiglia;
  • pensionati;
  • disoccupati, inoccupati e lavoratori sospesi;
  • persone con disabilità e invalidità;
  • lavoratori;
  • lavoratori migranti;
  • aziende, enti e datori di lavoro;
  • enti erogatori di prestazioni previdenziali, consolati e altre autorità locali;
  • banche e istituti finanziari;
  • intermediari e consulenti;
  • medici e ASL.

La voce «temi» ricomprende invece le seguenti sottocategorie:

  • adempimenti fiscali;
  • assunzioni e collaborazioni;
  • banche dati ed elenchi di lavoratori;
  • contributi;
  • deleghe e moduli;
  • disabilità e inabilità;
  • disoccupazione, sospensione dal lavoro e salvaguardia lavoratori;
  • indennità speciali per lavori faticosi o rischiosi, volontariato e donazione di sangue e midollo;
  • iscrizione a fondi e categorie;
  • lavoro domestico;
  • lavoro migrante e all’estero;
  • malattia, assistenza, cure e soggiorni;
  • maternità, paternità e congedi matrimoniali;
  • pensioni;
  • portali e altri strumenti specialistici;
  • previdenza complementare;
  • redditi e patrimonio;
  • sgravi fiscali, detrazioni e riduzione delle sanzioni;
  • sostegno ai superstiti;
  • sostegno economico e allo studio.

Selezionata una delle voci desiderate, si aprirà una schermata con una tabella rettangolare, che richiederà di procedere con l’autenticazione e quindi di inserire il proprio codice fiscale e il pin.

Se il percorso scelto non porta immediatamente all’autenticazione, ma magari contiene informazioni generali , è comunque possibile accedere alla pagina con l’autenticazione: sulla sinistra della pagina aperta comparirà un elenco di link, che a loro volta danno l’accesso alla pagina per autenticarsi. Questi link, che sono raggruppati sotto la voce «strumenti», sono i seguenti:

  • le tue notizie;
  • i tuoi moduli;
  • le tue prestazioni;
  • le sedi INPS;
  • le tue notifiche;
  • i tuoi interessi;

Sotto questo raggruppamento compare poi la voce «tutti gli strumenti», che riunisce in un unico link, appunto, tutte le funzionalità precedenti.

note

Autore immagine: Pixabay.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI