Business | Articoli

Professionisti: deducibili le spese di formazione

12 Marzo 2017 | Autore:
Professionisti: deducibili le spese di formazione

Spese di formazione per i professionisti: sale il limite di deducibilità. Vediamo i dettagli.

Le spese di formazione per i professionisti saranno deducibili fino ad un tetto massimo di 10mila euro. Il “Jobs act autonomi” interviene in materia. Vediamo la disciplina nel dettaglio.

La normativa precedente

Si sostituisce la precedente normativa in tema di formazione, che limitava la deducibilità al 50%[1] prevedendo «spese di partecipazione a convegni, congressi e simili o a corsi di aggiornamento professionale, incluse quelle di viaggio e di soggiorno», limitando il concetto a materie che rientrassero nell’inerenza nella materia professionale.

Costi di viaggio  e soggiorno

Nella nuova normativa i costi di viaggio e di soggiorno non vengono più disciplinati in modo specifico, si presume pertanto che rientreranno sotto le voci di spesa generica.

Spese integrali per master e corsi di formazione

Si prevede però la possibilità di dedurre integralmente le spese sostenute dai professionisti anche per l’iscrizione a master e a corsi di formazione o aggiornamento professionale, nonché le spese di iscrizione a convegni e congressi, prevedendo un tetto massimo annuo di 10mila euro di spese sostenute.

5mila euro per certificati di competenza

Si prevede anche un limite di 5mila euro l’anno per le spese sostenute per servizi personalizzati di certificazione delle competenze, per orientamento, ricerca e sostegno all’autoimprenditorialità. Misure tese ad aggiornare i professionisti incrementando il loro know-how.

Deducibilità spese di formazione: entrata in vigore

La nuova normativa sarà vigente dal giorno successivo a quello di pubblicazione in Gazzetta ufficiale. Vi terremo aggiornati.


note

[1] Articolo 54, comma 5, del Tuir


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube