Bandi-Concorsi Concorso Inps 2018: pubblicato il bando

Bandi-Concorsi Pubblicato il 25 novembre 2017

Articolo di




> Bandi-Concorsi Pubblicato il 25 novembre 2017

Pubblicato il bando di concorso Inps per 365 posti: da oggi è possibile presentare la domanda di partecipazione.

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il bando di concorso indetto dall’Inps per l’assunzione di 365 posti analisti di processo-consulenti professionali, area C, posizione economica C1. La domanda può essere presentata entro il 26 dicembre 2017.

Come presentare domanda concorso Inps 2018 365 posti

Il candidato deve produrre domanda di partecipazione al concorso esclusivamente in via telematica, compilando l’apposito modulo ed utilizzando la specifica applicazione disponibile all’indirizzo internet www.inps.it.mediante l’utilizzo di:

  • Pin Inps
  • Spid (Sistema Pubblico di Identità Digitale)
  • Cns (Carta Nazionale dei Servizi);

Dopo l’invio, il candidato deve stampare la domanda protocollata, firmarla e consegnarla nel luogo e nel giorno stabilito per lo svolgimento della prima prova scritta, pena l’esclusione dal concorso.

La data di presentazione on line della domanda di partecipazione al concorso e la compilazione, a pena di inammissibilità, dei campi obbligatori della predetta domanda sono certificate dal sistema informatico che, allo scadere del termine utile per la presentazione, non permette più l’invio del modulo elettronico.

Per effettuare variazioni è possibile inviare una nuova domanda, che annulla e sostituisce la precedente. L’invio deve comunque avvenire entro il termine perentorio già indicato.

Non sono ammesse altre forme di produzione o di invio delle domande di partecipazione al concorso.

Il candidato, ove riconosciuto portatore di handicap, dovrà inviare – a mezzo pec all’indirizzo dc.risorseumane@postacert.inps.gov.it oppure a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento all’Inps Direzione Centrale Risorse Umane, Area “Procedure di reclutamento. Gestione giuridica e sviluppo del personale delle Aree professionali”, Via Ciro il Grande, 21 00144 Roma – prima dello svolgimento delle prove d’esame, idonea certificazione rilasciata da apposita struttura del SSN che specifichi la natura del proprio handicap.

Il candidato ha l’obbligo di comunicare – a mezzo pec all’indirizzo dc.risorseumane@postacert.inps.gov.it oppure a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento all’Inps Direzione Centrale Risorse Umane, Area “Procedure di reclutamento. Gestione giuridica e sviluppo del personale delle Aree professionali”, Via Ciro il Grande, 21 00144 Roma – successive eventuali variazioni di indirizzo e/o di recapito.

L’Amministrazione non assume alcuna responsabilità in caso di dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatte o incomplete indicazioni del recapito da parte del concorrente oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo e/o del recapito indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore, né per la mancata restituzione dell’avviso di ricevimento della raccomandata.

Concorso Inps 2018: cosa inserire nella domanda

Nella domanda di partecipazione al concorso il candidato deve dichiarare, sotto la propria responsabilità e consapevole delle conseguenze derivanti da dichiarazioni mendaci ai sensi dell’art.76 del d.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 e successive modifiche ed integrazioni, quanto segue:

  1. il cognome, il nome e il codice fiscale;
  2. la data e il luogo di nascita;
  3. lo stato civile;
  4. la residenza;
  5. il recapito presso il quale intende ricevere ogni comunicazione inerente il concorso, se diverso dall’indirizzo di residenza, comprensivo di numero telefonico e dell’indirizzo PEC ovvero di posta elettronica;
  6. di essere in possesso della cittadinanza italiana ovvero di uno degli Stati membri dell’Unione Europea ovvero di appartenere a una delle tipologie previste dall’art.38 decreto legislativo 165/2001;
  7. di godere dei diritti civili e politici;
  8. il comune nelle cui liste elettorali è iscritto ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
  9. di essere in possesso del titolo di studio previsto dal bando, specificando la tipologia e indicando presso quale Università od Istituto è stato conseguito, la data di conseguimento e la votazione finale;
  10. di essere in possesso di una certificazione – in corso di validità – di conoscenza della lingua inglese, pari almeno al livello B2, prevista dall’art.2 del bando, specificando la tipologia e indicando l’Istituto che lo ha rilasciato con il relativo indirizzo e la data di conseguimento;
  11. il possesso eventuale di uno o più titoli previsti dall’art. 8 del bando, specificando la tipologia, la denominazione e indicando presso quale Università od Istituto è stato conseguito, con il relativo indirizzo, la data di conseguimento e la votazione finale. La mancata dichiarazione nella domanda comporta la mancata valutazione del titolo;
  12. di non essere stato destituito, dispensato o licenziato dall’impiego presso una pubblica amministrazione e di non essere stato dichiarato decaduto da altro impiego pubblico, né di essere stato interdetto dai pubblici uffici ai sensi della vigente normativa in materia;
  13. di non aver riportato condanne penali, ancorché non passate in giudicato ovvero di aver riportato condanne penali (anche se sia stata concessa amnistia, condono, indulto o perdono giudiziale, applicazione della pena su richiesta ai sensi dell’art.444 c.p.p.), specificandone la tipologia, o avere procedimenti penali pendenti, specificandone la tipologia;
  14. nper i candidati di sesso maschile, nati prima dell’anno 1986, la posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva;
  15. l’idoneità fisica all’impiego;
  16. il possesso di eventuale diritto a riserva di posti con indicazione della legge che prevede tale diritto, nonché il possesso di eventuali titoli che, come previsto dall’art.5 del decreto del Presidente della Repubblica n.487/1994, danno diritto alla riserva ovvero a parità di merito, danno diritto alla preferenza all’assunzione. La mancata dichiarazione nella domanda esclude il candidato dal beneficio;
  17. il consenso al trattamento dei dati personali di cui al decreto legislativo n.196/2003;
  18. di essere a conoscenza di tutte le disposizioni contenute nel bando di concorso e di accettarle senza riserva alcuna. Non possono essere prodotte, oltre i termini stabiliti per la presentazione della domanda, eventuali regolarizzazioni. Fermo restando quanto previsto in materia di responsabilità civile e penale dall’art.76 del decreto del Presidente della Repubblica n. 445/2000, qualora, dal controllo di cui al decreto stesso, emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione, il dichiarante decade dai benefici conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera.

Link domanda on line concorso Inps 2018

La domanda di partecipazione al concorso deve essere presentata mediante l’apposito servizio on line raggiungibile al seguente link: Domanda concorso Inps 2018 365 posti.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI