Diritto e Fisco | Articoli

Invasione insetti ristorante all’aperto: posso non pagare?

1 dicembre 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 1 dicembre 2017



Per sostenere il diritto a non pagare il conto si deve valutare la prevedibilità dell’evento e la diligenza del ristoratore nel predisporre le dovute misure. 

Siete in una bella località di villeggiatura, magari d’estate, e decidete di andare a mangiare fuori in un ristorate con una splendida veranda all’esterno, da dove potervi gustare il panorama circostante. Ed ecco che, improvvisamente, venite disturbati da uno sciame di insetti che, oltre ad infastidirvi durante la cena, vi rovina il cibo che state mangiando. Cosa fare in questi casi? È possibile non pagare nel caso di invasione di insetti in un ristorante all’aperto, anche se si è già consumata una parte del cibo?

Si sa che quello delle “sorpresine” durante un pasto al ristorante è un problema che si può presentare, con più o meno frequenza: dai casi di residui provenienti dalla cucina fino agli insetti. Tuttavia, al fine di capire come comportarsi e cosa poter contestare al ristoratore, bisogna distinguere a seconda dell’intensità e soprattutto della prevedibilità dell’evento.

Il presupposto da cui partire è che quando ci si siede al ristorante si attiva di fatto un contratto tra il cliente ed il ristoratore, in forza del quale quest’ultimo è tenuto ad eseguire la propria prestazione con la dovuta diligenza – prestazione consistente nel servizio del cibo e, ovviamente, nel miglior allestimento del locale ove consumarlo – ed il cliente dovrà pagare per il servizio ricevuto.

La prima cosa da fare nel caso in cui venga servita una pietanza con qualcosa di indesiderato è di farne immediata denuncia al ristoratore, il quale dovrà dunque sostituire, a proprie spese, il piatto. Questo vale tanto nel caso di residui nel cibo (si pensi, comunemente, al caso di piccoli pezzi di  materiali usati per cucinare), fino all’ipotesi di ritrovamento di insetti. Ma cosa succede, invece, nel caso prospettato di invasione di insetti in un ristorante all’aperto? Non deve necessariamente trattarsi dalla invasione di locuste di biblica memoria, ma può più banalmente trattarsi di uno sciame improvviso di insetti o anche di uno stormo di uccelli. In questo caso, come detto, il discrimine per riconoscere una responsabilità, sotto forma di negligenza, del ristoratore e dunque per opporre legittimamente un rifiuto a pagare il servizio consiste nella prevedibilità dell’evento e nell’avere o meno approntato tutte le accortezze necessarie ad evitarlo.

Sotto il primo profilo viene in rilievo la nozione del così detto caso fortuito, che consiste in un avvenimento imprevedibile ed eccezionale che si inserisce d’improvviso nell’azione del soggetto. In tali casi, è giuridicamente esclusa la responsabilità per l’avvenimento stesso.

In concreto, quando l’evento – nel nostro caso, per esempio, una invasione di insetti in un ristorante all’aperto – non è in alcun modo prevedibile e ciò in quanto, in primo luogo, non si è mai verificato prima, dovrà essere esclusa la responsabilità del ristoratore. Pertanto non potrà essere legittimamente opposto il rifiuto di pagare il servizio ricevuto. Fermo restando, naturalmente, il buon senso del ristoratore stesso nel decidere di non far pagare o di applicare una riduzione.

Nei casi in cui, invece, l’evento – invasione di insetti – sia prevedibile, in quanto si è già verificato in passato oppure per la particolare localizzazione del ristorante (si pensi ad una locanda in aperta campagna con una veranda all’esterno per consumare i pasti, oppure ad una trattoria sui colli), dovrà essere valutata caso per caso la diligenza del ristoratore nell’approntare le necessarie misure per impedire l’evento stesso o comunque per limitarne gli effetti.

Pertanto, qualora, nonostante la sua prevedibilità, il titolare non si sia curato di predisporre alcuna misura per contrastare l’evento, sarà possibile sostenere il diritto a non pagare il conto contestando la negligenza del ristoratore e così pure nel caso in cui le misure predisposte siano del tutto insufficienti, inefficaci ed apprestate solo per ragioni di facciata (si pensi al caso di piccoli zampironi in locali particolarmente esposti ad invasioni di insetti).

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI