Business | Articoli

Pandora sfida Apple Music e Spotify: cos’è e come funziona

2 Aprile 2017 | Autore:
Pandora sfida Apple Music e Spotify: cos’è e come funziona

Il mercato della musica in streaming ha un nuovo player: un’app che si pone come alternativa ai servizi blasonati.

Il mercato della musica on demand, dominato da Spotify e da Apple Music, si arricchisce di un nuovo attore. È Pandora che, oggi, si propone con un servizio premium.

Che cos’è Pandora?

Pandora è stato uno dei primi servizi di streaming musicale dal lontano 2000. La piattaforma inizialmente permetteva agli utenti di creare delle stazioni radio virtuali partendo dall’inserimento di un brano o di un artista gradito all’utilizzatore.
La nuova app offrirà delle novità come la selezione di brani o playlist al posto delle classiche stazioni radio e sarà possibile anche riprodurre brani offline scaricandoli direttamente sullo smartphone. Degna di nota anche la nuova interfaccia utente, migliorata per le applicazioni mobile iOS e Android, semplice da usare e con colore di sfondo che cambia in base al brano posto in riproduzione e della sua copertina.

La piattaforma di internet radio si rinnova completamente proponendo agli utenti novità già presenti nei vari Spotify Premium o Apple Music, ma che di certo potranno valere molto per tutti gli affezionati al sistema di streaming concettualmente diversa di Pandora.

Il servizio avrà un costo di 10 dollari in pratica il medesimo richiesto dalla concorrenza anche se al momento restano esclusi l’Europa e gli altri paesi, dai quali già da qualche anno la piattaforma streaming ha dovuto ritirarsi per questioni legate all’ottenimento delle licenze.

Pandora: un nuovo protagonista per la musica streaming

“Ogni giorno decine di milioni di persone si fidano di noi per scegliere la canzone giusta per loro”, ha dichiarato il Ceo della compagnia, Tim Westergren. “È per questo che la gente trascorre più tempo con Pandora che con qualsiasi altro servizio musicale”.
Pandora Premium inizia la sua avventura in un mercato presidiato da Spotify con 50 milioni di utenti paganti e da Apple Music con oltre 20 milioni di abbonati. Le alternative del settore vanno da Rhapsody e Tidal a Google Play Music, da YouTube Red ad Amazon Music Unlimited senza dimenticare Deezer.


note

Autore immagine: Pixabay.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube