Business | Articoli

Concorso Guardia di Finanza: reclutamenti entro aprile 2017

19 Marzo 2017
Concorso Guardia di Finanza: reclutamenti entro aprile 2017

Le Fiamme Gialle hanno indetto un concorso pubblico per l’arruolamento di Allievi Marescialli. Vediamo i dettagli ed i requisiti richiesti.

La Guardia di Finanza ha indetto un bando di concorso pubblico, per titoli ed esami, per arruolare 461 Allievi Marescialli all’89° corso mediante la Scuola Ispettori e Sovrintendenti della Guardia di Finanza, per l’anno accademico 2017/2018.

Le posizioni aperte

Ecco tutte le posizioni aperte:

  • 415 collocazioni per Allievi Marescialli del contingente ordinario;
  • 46 posti per Allievi Marescialli del contingente di mare. Tra questi:
    • 31 posti per la specializzazione ”nocchiere abilitato al comando” (NAC)
    • 15 posizioni per la specializzazione ”tecnico di macchine” (TDM)

Modalità del concorso

Il concorso consta di un test preliminare con domande a risposta multipla; una prova scritta di italiano; un’indagine dell’idoneità psicofisica e attitudinale; un esame orale di cultura generale ed un test opzionale in una o più lingue straniere basato in una prova scritta e una orale per ogni lingua scelta, più un esame discrezionale di informatica.

Requisiti di accesso

Per accedere al bando il candidato

  • non deve aver superato i 35 anni di età e, per i cittadini italiani, non aver superato i 26 anni di età;
  • deve aver conseguito un attestato di scuola secondaria di II grado, che consenta l’accesso ai corsi di laurea;
  • deve godere dei diritti civili e politici.

Presentazione delle domande

La domanda di ammissione deve essere stilata telematicamente sul portale internet messo a disposizione sul sito www.gdf.gov.it alla sezione ”Concorsi Online”.

Il termine per la presentazione è martedì 18 aprile 2017. Inoltre, ci teniamo a precisare che i presunti aspiranti in seguito all’iscrizione sul sito web ”Concorsi Online” hanno la facoltà di optare per uno dei successivi schemi.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube