Diritto e Fisco | Articoli

Stalking per tradimento: condizioni per la denuncia?

18 Dicembre 2017


Stalking per tradimento: condizioni per la denuncia?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 18 Dicembre 2017



Posso denunciare per stalking l’ex amante di mio marito che, con due telefonate, mi ha informato prima della relazione di cui ero all’oscuro e, dopo due mesi, che la storia proseguiva? Temo che possa telefonare ai miei figli e questo mi provoca ancora più ansia. Se la denuncio, la situazione viene resa pubblica? Saremmo chiamati di fronte ad un giudice di pace oppure tutto verrebbe risolto tramite avvocato?

La legge (art. 612 bis codice penale) prevede che si configuri il reato di stalking ogni qualvolta vi siano:

– minacce o molestie reiterate;

– un perdurante e grave stato di ansia (o di paura) nella vittima o, comunque, un fondato timore che lo stalker possa ledere la propria incolumità, quella di un prossimo congiunto o di una persona a lei legata da una relazione affettiva;

– un’alterazione delle abitudini di vita della vittima.

Giusto per fare un esempio più chiaro, gli atti persecutori idonei ad integrare il delitto di stalking sono: le ripetute telefonate, l’invio di buste, sms, e-mail e messaggi ingiuriosi, il danneggiamento dell’auto della vittima, le aggressioni verbali alla presenza di testimoni, gli appostamenti fuori casa o nei luoghi più frequentati, i reiterati e indesiderati apprezzamenti, invii di baci e sguardi insistenti e minacciosi, ovvero tutto ciò che determina nella vittima stati di ansia e paura.

La Cassazione (con la sentenza n. 29826 del 2015) ha affrontato anche il caso in questione (definito atecnicamente stalking per tradimento) ma ha precisato che il reato sussiste solo se ricorrono i requisiti sopra richiamati. Due sole telefonate, a distanza di due mesi l’una dall’altra, non sono sufficienti per parlare di stalking: dovrebbero essere pressanti, contenere insulti o addirittura minacce di diffondere la relazione anche all’esterno o ai suoi figli (e ciò non emerge da quanto la lettrice ha narrato).

Solo in quel caso, il timore da parte sua non sarebbe ipotetico ma diventerebbe fondato e le consentirebbe di sporgere querela per stalking senza fare un buco nell’acqua.

Non c’è niente di peggio che presentare una querela che poi viene archiviata perchè questo darebbe solo maggiore forza al suo interlocutore.

Rispetto alla possibilità di presentare una querela per stalking, pertanto, il consiglio alla lettrice è di non farlo, finché non si presentino elementi più concreti da raccontare (come minacce ed insulti continui nel tempo o, almeno, frequenti). Qualora decidesse comunque di presentarla si ricorda di farlo entro tre mesi dall’ultima telefonata ricevuta e di precisare la sua volontà di ottenere la punizione del colpevole. Senza questa dicitura, la querela non avrà efficacia e sarà come non averla presentata affatto.

Per quanto concerne, poi, il secondo quesito sulla natura pubblica o privata del processo, se il pubblico ministero che riceve la querela da parte della lettrice dovesse ritenerla fondata, darebbe inizio ad un’indagine che potrebbe concludersi con una richiesta di archiviazione o con una richiesta di rinvio a giudizio. In quest’ultimo caso, la signora che infastidisce la lettrice sarebbe sottoposta ad un processo penale, pubblico, che sarebbe celebrato davanti al giudice monocratico (che non è un giudice di pace) e nel quale quest’ultima sarebbe chiamata a testimoniare. Dovrebbe, dunque, raccontare ciò che è accaduto davanti al giudice in un’aula di tribunale. Certo non ci sarebbero le telecamere, ma si tratterebbe di un processo pubblico in un’aula nella quale ci sono tante altre persone che hanno i loro processi in corso.

Articolo tratto dalla consulenza dell’avv. Sabina Coppola



Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI