Diritto e Fisco | Articoli

L’avvocato non risponde? Ecco cosa fare

22 Dicembre 2017
L’avvocato non risponde? Ecco cosa fare

Ho dato incarico al mio avvocato per alcune cause ma non riesco a comunicare con lui. Ho provato tante volte a telefonarlo e ad inviargli email, senza mai ricevere risposta. Cosa posso fare?   

Nel rispondere al quesito occorre innanzitutto dire che la mail inviata in allegato dal lettore è prova dell’esistenza di un incarico professionale da questi proposto ed anche  accettato dal legale al quale fu proposto.

Fatta questa necessaria premessa, si aggiunge che l’articolo 27, comma 6, del codice deontologico forense stabilisce che: “L’avvocato, ogni qual volta ne venga richiesto, deve informare il cliente e la parte assistita sullo svolgimento del mandato a lui affidato”.

Inoltre l’articolo 27, comma 9, dello stesso codice aggiunge che la violazione del dovere di cui al comma 6 comporta l’applicazione della sanzione disciplinare della censura.

Il consiglio pratico che si fornisce al lettore è, quindi, di inviare una lettera raccomandata a.r. al suo legale chiedendogli di fissare immediatamente un appuntamento per ottenere informazioni sullo svolgimento del mandato (richiamando le mancate risposte alle sue telefonate e mail) avvertendo che, in mancanza di pronto riscontro, valuterà la rilevanza disciplinare della omissione, riservandosi anche ogni azione a tutela dei suoi diritti ed interessi.

Nel caso in cui anche a questa richiesta non vi fosse risposta, il lettore potrà innanzitutto valutare se revocare il mandato (con altra successiva raccomandata a.r.) e, quindi, anche di presentare esposto al Consiglio dell’Ordine con l’esposizione dei fatti (allegando le prove documentali degli stessi) per la valutazione della rilevanza disciplinare della condotta del legale.

Per quanto concerne, infine, la documentazione, l’articolo 33 del codice deontologico impone all’avvocato:

  • – di restituire senza ritardo, se richiesto, gli atti ed i documenti ricevuti dal cliente e dalla parte assistita (tale richiesta potrà eventualmente inserirla nell’atto di revoca del mandato): si valuti il fatto che per le Sezioni Unite della Corte di Cassazione (sentenza n. 24.080 del 17 novembre 2011) non è sufficiente che l’avvocato si dica disposto a restituire la documentazione se poi, di fatto, ne ostacola o impedisce o ritarda la restituzione;
  • – di non subordinare la restituzione della documentazione al pagamento del proprio compenso.

Infine si aggiunge che lo stesso codice deontologico precisa che:

  • – la violazione dell’obbligo di restituzione dei documenti senza ritardo comporta l’applicazione della sanzione disciplinare dell’avvertimento;
  • – la violazione dell’obbligo di non subordinare la restituzione dei documenti al pagamento del proprio compenso comporta l’applicazione della sanzione disciplinare della censura.

 

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Angelo Forte



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

10 Commenti

  1. il mio avvocato ha la mia pratica da 5 anni e non riesco ad
    avere notizie nonostante i solleciti via mail: ho anche mandato un esposto all’ordine degli avvocati esattamente il 2-2-17 : nessuno sviluppo neanche da loro!
    saluti cordiali
    paola fonnesu

    1. CIAO PO DARSI CHE TI HA FALSIFICATO LI DOCUMENTI , VAI IN TRIBUNALE CHIEDE TUTTE LE COPIE , IO HO SCOPERTO CHE IL MIO LEGALE HA FALSIFICATO LI ATTI

  2. In data 26 maggio 2019 ho dato mandato ad uno studio legale per il recupero di € 500.00 del tutto esigibili, in data 3 giugno il mio avvocato, terminata a suo dire la transazione e quindi il suo compito ha preteso € 200,00 quale compenso per la redazione e l’invio di una PEC all’avvocato di controparte, ad oggi 20 giugno 2019 il mio legale non risponde ne alle mail ne alla mia richiesta via PEC, non mi ha rilasciato nessuna copia degli atti, e naturalmente non ho avuto il denaro richiesto in fase transattiva da controparte. Come devo comportarmi?
    Grazie

  3. Salve io mi chiamo Flavia sono cubana con cittadinanza italiana, spossata da 14 anni con un cittadino italiano . Abbiamo una figlia di 9 anni. Lui ci ha lasciato a Cuba. Pero dal 2017 risulto residente a Ferrara. Nel 2017 ho cercato di andare avanti la separazione. Quella volta ho cercato una avvocata del Libero Patrocinio che non mi ha messo la documentazione a buen fine. Adesso sono venuta in Italia ho cercato un avvocato lui di modo verbali, mi ha chiesto 2000 euro. E non mi ha fatto fare nessuna documentazione.
    Mi sono trovata una avvocata non mi ha chiesto soldi . Mi ha messo una procura via email pero adesso me dice che vada a Cuba tranquillamente che non puo fare pui nulla perche mio marto non risponde che lui puo fare il divorzio diretto per Cuba e non mi risponde nessumo dei miei email
    El tempo per me in Italia e oro e io non so cosa fare.Io voglio un apppuntamento con lei per precisare tutto prima di partire e lei non mi risponde come aggire, cosa devo fare
    Cordiali saluti

    1. Flavia puoi trovare maggiori informazioni nei nostri articoli:
      -Come contattare il mio avvocato? Quando e perché è necessario contattare il proprio avvocato? Come si possono avere i recapiti del proprio legale? https://www.laleggepertutti.it/321973_come-contattare-il-mio-avvocato
      -Causa persa per colpa dell’avvocato https://www.laleggepertutti.it/299958_causa-persa-per-colpa-dellavvocato
      -Avvocato non restituisce i documenti: che fare? https://www.laleggepertutti.it/292127_avvocato-non-restituisce-i-documenti-che-fare
      -Come avere un avvocato gratis col gratuito patrocinio. Patrocinio a spese dello Stato: cos’è e come funziona? Qual è la procedura per avere assistenza legale gratuita? Quali documenti servono? A cosa si ha diritto? https://www.laleggepertutti.it/279329_come-avere-un-avvocato-gratis-col-gratuito-patrocinio
      -Se l’avvocato sbaglia deve essere pagato? Se l’avvocato commette un errore inescusabile deve essere pagato? Il cliente ha diritto al rimborso dell’anticipo? https://www.laleggepertutti.it/271415_se-lavvocato-sbaglia-deve-essere-pagato

      1. Buongiorno, io sto vivendo una situazione che non so se è assimilabile a quanto riportato nell’articolo. Due anni fa ho querelato una persona per atti persecutori. Il risultato della querela è che è sfociata in una causa che ho deliberatamente voluto intentare per dare una lezione al querelato. Svoltasi l’udienza preliminare, il giudice ha stabilito che ci sono tutti i presupposti per una causa civile e penale. La prima udienza è stata rimandata 3 volte. Dopodomani (25/06/2020) solo se Dio vuole, ci sarà finalmente questa prima udienza che si sarebbe dovuta svolgere a dicembre dello scorso anno. In tutti questi mesi ho ricevuto una sola chiamata dal mio avvocato che mi chiedeva il saldo (1000 euro totali anziché 1900 tabellari). In una occasione dovevamo vederci per spiegarmi come mi dovrei comportare in tribunale e ha disertato l’appuntamento con SMS mezz’ora prima dell’ora stabilita… Non ha considerato che ho dovuto percorrere 120 km per essere lì quel giorno. Come dicevo dopodomani ci sarà questa prima udienza…. Ho provato a chiamare più volte l’avvocatessa e non ha mai risposto. Ho inviato un SMS che ha visualizzato e non ha risposto. Stizzito dalla situazione le scrivo per chiederle che intenzioni avesse. Da lì è nato un rimprovero (a mio avviso ingiustificato) alla mia persona dopodiché ha bloccato ogni possibilità di comunicazione. Ho valutato attentamente la possibilità di cambiare avvocato ma francamente, essendo disoccupato, non ho le risorse economiche da investire. Non posso chiedere neanche un avvocato di ufficio perché sono a carico dei miei familiari. Soprattutto considerando l’imminenza dell’udienza non so proprio come comportarmi. Per me é una situazione del tutto nuova perché non ho mai avuto necessità di rivolgermi ad un avvocato. Di fatto non mi sento per niente fiducioso e tutelato. Cosa posso fare in merito?

          1. Per sapere se dietro il silenzio del tuo avvocato si nasconde un inadempimento, puoi recarti di persona presso la cancelleria del tribunale e chiedere di vedere gli atti di causa ed estrarne copia in modo da verificare se il legale è stato diligente o meno.
            Attenzione: l’avvocato che non risponde non è sempre inadempiente. Egli è tenuto ad aggiornare il suo assistito solo in caso di stretta necessità, oppure quando sia il cliente a chiedere informazioni. Se l’avvocato non risponde mai al telefono può essere denunciato al Consiglio dell’ordine degli avvocati di appartenenza.

  4. Buonasera,io ho preso un avvocato col gratuito patrocinio e purtroppo quando lo chiamo per chiedere informazioni come fare quelle denunce e quant’altro per una causa penale,non risponde mai ne al telefono e neanche alla mail,a novembre2021 avrò un processo penale per un aggressione subita e sono delusa perché non sono assistita come dovrei,cosa posso fare?grazie mille

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube