Diritto e Fisco | Articoli

Telefonate pubblicitarie call center: come non riceverle più

15 dicembre 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 15 dicembre 2017



Come iscriversi al registro Pubblico delle Opposizioni per evitare le telefonate dai call center: a breve possibile anche per i numeri di cellulare.

Telefonate pubblicitarie a qualsiasi ora del giorno, anche ogni giorno, per la proposizione di offerte e servizi commerciali da parte di aziende locali o nazionali. È possibile evitare definitivamente il telemarketing grazie al cosiddetto Registro Pubblico delle Opposizioni, forse a breve possibile anche per la telefonia mobile. È stato infatti approvato dal Senato il disegno di legge [1] che prevede importanti modifiche nel contrasto al telemarketing aggressivo.

Registro Pubblico delle Opposizioni: cos’è

Il Registro Pubblico delle Opposizioni è un servizio concepito a tutela del cittadino, il cui numero è presente negli elenchi telefonici pubblici, che decide di non voler più ricevere telefonate per scopi commerciali o di ricerche di mercato.

Con l’iscrizione al registro si intendono revocati tutti i consensi precedentemente espressi, con qualsiasi forma o mezzo e a qualsiasi soggetto, che autorizzano il trattamento delle proprie numerazioni telefoniche fisse o mobili effettuato mediante operatore con l’impiego del telefono per fini di pubblicità o di vendita, o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale ed è altresì precluso, per le medesime finalità, l’uso delle numerazioni telefoniche cedute a terzi dal titolare del trattamento sulla base dei consensi precedentemente rilasciati.

Gli operatori che utilizzano i sistemi di pubblicità telefonica e di vendita telefonica o che compiono ricerche di mercato o comunicazioni commerciali telefoniche hanno l’obbligo di consultare mensilmente, e comunque precedentemente all’inizio di ogni campagna promozionale, il registro pubblico delle opposizioni e di provvedere all’aggiornamento delle proprie liste.

Registro delle opposizioni: come funziona

L’abbonato può iscriversi gratuitamente al registro se non desidera più essere contattato dagli operatori di telemarketing, in caso contrario varrà il principio del “silenzio assenso”.

L’interessato può accedere al servizio e iscriversi al registro tramite cinque modalità: modulo elettronico sul sito web, posta elettronica, telefonata, lettera raccomandata, e fax.

L’iscrizione nel Registro è effettuata entro il giorno lavorativo successivo alla richiesta. Affinchè l’iscrizione sia completamente efficace potrebbero trascorrere fino a 15 giorni dalla richiesta: dopo questo periodo, gli operatori di telemarketing devono necessariamente recepire le posizioni espresse dai cittadini.

Registro Pubblico Opposizioni: novità in arrivo

Secondo il disegno di legge appena approvato dal Senato, potranno essere iscritti nel Registro delle Opposizioni anche i numeri di cellulare (per adesso tutelati solo se iscritti nei pubblici elenchi). Inoltre si potranno ricevere le telefonate solo da due prefissi unici, (uno per le chiamate promozionali e l’altro per le indagini di mercato). Vediamo in sintesi le novità in arrivo.

Registro delle Opposizioni: quali numeri si possono inserire

Secondo il disegno di legge, possono iscriversi, a seguito di loro specifica richiesta, anche contemporaneamente per tutte le utenze telefoniche, fisse e mobili, anche per via telematica o telefonica, al registro pubblico delle opposizioni, tutti gli interessati che vogliano opporsi al trattamento delle proprie numerazioni telefoniche effettuato mediante operatore con l’impiego del telefono per fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta, o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

Prefissi per le chiamate di telemarketing e di indagini di mercato

Secondo il disegno di legge, saranno previsti due prefissi per riconoscere le telefonate dei call center: uno per riconoscere le chiamate commerciali e l’altro per le indagini statistiche.

È possibile però per gli operatori derogare al riconoscimento del prefisso se forniscono all’utente l‘identità della linea a cui possono essere contattati. Spesso, infatti, le telefonate di telemarketing provengono da numeri che non possono più essere ricontattati.

Questa novità, se non adeguatamente disciplinata, potrebbe tuttavia essere lesiva per gli utenti, dal momento che potrebbero essere costretti a dover sostenere i costi della chiamata per ricontattare il numero telefonico (e poi scoprire che si trattava di telemarketing).

note

[1] Ddl AC. 4619: “Nuove disposizioni in materia di iscrizione e funzionamento del registro delle opposizioni e istituzione di un prefisso unico nazionale per le chiamate telefoniche a scopo promozionale e di ricerche di mercato“.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

5 Commenti

  1. Mi sono iscritta al registro alcuni anni fa ma… non serve a nulla poiché continuo a ricevere le telefonate di telemarketing a qualsiasi ora anche dopo le 10 di sera! e questo anche se non ho autorizzato la pubblicazione del numero di casa negli elenchi pubblici.

  2. e quando hai i tuoi numeri telefonici di rete fissa totalmente riservati, ma sconosciuti ti interpellano con nome e cognome che fare!
    Il registro delle opposizione è inefficiente, ma comunque non puoi nemmeno iscriverti perché non risulti esistente, almeno per tale registro!

  3. Registro assolutamente inutile, i call center delle compagnie se ne sbattono, numeri casa e ufficio iscritti da anni ma regolarmente ricevo valanghe di telefonate per offerte commerciali. Una legge in teoria utile di fatto del tutto inutile. L’ennesima buffonata all’italiana.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI