Business | Articoli

Stoffe che producono energia: ecco la nuova frontiera

22 marzo 2017


Stoffe che producono energia: ecco la nuova frontiera

> Business Pubblicato il 22 marzo 2017



I ricercatori del Georgia Institute of Technology hanno sviluppato un tessuto in grado di produrre energia. Ecco di cosa si tratta.

Tessuti in grado di produrre energia: ecco la nuova frontiera dell’energia eco-sostenibile.

I ricercatori del Georgia Institute of Technology hanno annunciato il frutto dei loro recenti esperimenti. Si tratta di tessuti che se esposti al sole e al vento saranno in grado di generare energia pulita al 100%.

Questi tessuti hi-tech, per ora grandi solo quanto un foglio A4, sarebbero in grado di lavorare in ambienti difficili, data la grande resistenza del materiale, come spiega Zhong Lin Wang, lo scienziato specializzato in nanotecnologie e coordinatore del progetto.

Gli esperimenti: bandiere hi tech?

Uno dei test effettuati è stato collegare parte del tessuto ad un’asta, proprio come una bandiera, lasciandolo esposto al vento e al sole per qualche giorno. La bandierina ha generato energia e la novità è che lo ha fatto anche sotto la pioggia ed in giornate con cielo non sereno.

Quanta energia si produce?

Stando ai primi test di questa nuova tecnologia, un pezzo di stoffa di circa 20 centimetri quadrati riescirebbe a generare, dal sole e dal vento, 2 volt di energia al minuto.

Qual è materiale tessile che produce energia?

I ricercatori hanno utilizzato una macchina tessile di tipo commerciale, ma hanno intrecciato fibbre di lana, fibbre plastiche contenenti al loro interno minuscole celle solari e fibre contenenti anche dei nanogeneratori, in grado di produrre energia anche dal movimento meccanico. I materiali polimerici contengono le celle solari, che hanno il notevole vantaggio di essere già diffusi in commercio e di esser ormai poco costosi.

Se state pensando ad una maglia in stile medievale, vi sbagliate. Tutto ciò, nonostante tutto, garantisce un tessuto che, sottolinea Wang «è molto flessibile, traspirante, leggero e adattabile a diversi utilizzi».

Insomma un capolavoro di nanotecnologia, la fusione di più tecnologie differenti in un solo strumento.

Quando il tessuto energetico sarà sul mercato?

C’è ancora qualche passo da fare per poter mettere il tessuto sul mercato. Wang infatti specifica che ancora è necessario migliorare l’impermeabilità di alcune componenti elettroniche per far si che possa resistere ad ogni condizione.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI