HOME Articoli

Lo sai che? Sollecito di pagamento di Equitalia: impugnabile, ma a determinate condizioni

Lo sai che? Pubblicato il 26 novembre 2012

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 26 novembre 2012

Anche il sollecito di pagamento che precede la cartella esattoriale può essere impugnato dal contribuente, che così non deve aspettare necessariamente l’avvio degli atti esecutivi e i relativi aggravi di spesa.

La Cassazione, in una recente sentenza [1], ha affermato che il cittadino può adire le vie legali già solo al ricevimento del semplice sollecito di pagamento emesso dalla società di riscossione, in quanto può essere suo legittimo interesse “chiarire subito la propria posizione” in merito alla pretesa dell’erario.

Vizi

Tuttavia, chiarisce la Corte, non si può chiedere l’annullamento del sollecito di pagamento perché in esso non è contenuta – così come invece è obbligatorio, a pena di nullità, per le cartelle esattoriali [2] – l’indicazione delle forme e del termine entro cui proporre ricorso, nonché della commissione tributaria competente presso cui depositare il ricorso.

 

 

 

note

[1] Cass. sent. n. 18642 del 30.10.2012.

[2] Art. 19, comma 2, D.lgs. n. 546/1992.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

  1. COME si fa ad IMPUGNARLO CHI MI PUO DARE DELE DRITE ?!?
    RINGRAZIO IN ANTICIPO
    “Anche il sollecito di pagamento che precede la cartella esattoriale può essere impugnato dal contribuente, che così non deve aspettare necessariamente l’avvio degli atti esecutivi e i relativi aggravi di spesa.”
    COME si fa ad IMPUGNARLO CHI MI PUO DARE DELE DRITE ?!?
    RINGRAZIO IN ANTICIPO

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI