Diritto e Fisco | Articoli

Chiamate call center: se il registro delle opposizioni non funziona

19 dicembre 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 19 dicembre 2017



Telefonate pubblicitarie: che fare se il numero è stato iscritto nel registro delle opposizioni ma i call center continuano a chiamare.

Molti lettori hanno segnalato alla nostra redazione il mancato funzionamento del noto registro delle opposizioni, ossia del registro nel quale può essere iscritta la propria numerazione telefonica presente sui pubblici elenchi, al fine di revocare il consenso alle telefonate di telemaketing (per approfondire vedi Telefonate pubblicitarie call center: come non riceverle più).

Purtroppo si constata che, nonostante l’iscrizione nel registro delle opposizioni, le aziende non si facciano scrupoli e continuino ad effettuare telefonate, anche insistentemente.

Ebbene tale condotta è illegittima in quanto la legge prevede espressamente l’obbligo degli operatori che utilizzano i sistemi di pubblicità e di vendita telefonica o che compiono ricerche di mercato o comunicazioni commerciali telefoniche, di consultare mensilmente, e comunque precedentemente all’inizio di ogni campagna promozionale, il registro pubblico delle opposizioni e di provvedere all’aggiornamento delle proprie liste. Conseguentemente, gli operatori non possono effettuare telefonate sui numeri iscritti nel registro delle opposizioni.

La violazione di tale obbligo comporta l’applicazione di sanzioni agli operatori ed è per questo che, qualora nonostante l’iscrizione nel registro delle opposizioni si continuino a ricevere telefonate, è importante segnalare al Garante per la Privacy.

Numero iscritto nel registro delle opposizioni: che fare se i call center continuano a chiamare?

Se il numero telefonico è stato iscritto nel Registro ma si continuano a ricevere chiamate pubblicitarie indesiderate, occorre prima di tutto assicurarsi che:

  • l’iscrizione sia avvenuta con successo: il modo più immediato per verificare l’avvenuta iscrizione è chiamare il numero verde 800.265.265 dal numero telefonico per cui è stata fatta la richiesta di inserimento nel Registro
  • siano trascorsi 15 giorni dall’iscrizione: periodo massimo, consentito dalla legge, entro cui gli operatori di telemarketing devono necessariamente aggiornare le proprie liste di contatti recependo le opposizioni espresse dai cittadini
  • non sia stato dato il consenso al trattamento dei propri dati per finalità di telemarketing a soggetti terzi che effettuano chiamate pubblicitarie da fonti diverse dagli elenchi telefonici pubblici. Tale consenso potrebbe essere stato raccolto, per esempio, durante la stipula di contratti con le aziende dalle quali sono stati acquistati prodotti o servizi oppure durante la sottoscrizione di tessere di fidelizzazione cliente, raccolta punti, ecc.

Se il numero è stato dato un soggetto terzo che effettua chiamate pubblicitarie indesiderate

L’operatore di telemarketing ha l’obbligo, su richiesta dell’utente, di informare da quale lista sia stato estratto il suo numero telefonico. Il cittadino può richiederne la cancellazione, che deve essere effettuata dal titolare dei dati entro 15 giorni dalla richiesta

Ai sensi del Codice in materia di protezione dei dati personali, è possibile revocare il consenso dato a terzi inviando direttamente al soggetto titolare del trattamento dei dati l’apposito modulo compilato in ogni sua parte. In seguito all’invio della richiesta di cancellazione dei propri dati, il titolare ha l’obbligo di rimuovere entro 15 giorni dalle proprie liste il numero telefonico in questione

Se le telefonate pubblicitarie illegittime continuano

Se, nonostante l’utenza sia stata iscritta nel registro delle opposizioni o sia stato comunque revocato il consenso al trattamento dei dati personali da parte di soggetti terzi, i call center continuano a telefonare, occorre denunciare tale condotta illegittima.

In particolare occorre segnalare l’inadempienza all’Autorità Garante per la protezione dei dati personali compilando e inviando un apposito modulo scaricabile al seguente link: Modulo segnalazione telemarketing illegittimo.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

4 Commenti

  1. Il registro delle opposizioni è una truffa. Continuo a ricevere telefonate di tele marketing e continuo a segnalarlo con apposito modello di reclamo e loro neanche si degnano di rispondere. Sicuramente prenderanno sovvenzioni dallo Stato con la scusa di offrire un servizio e poi se li intascano loro.

  2. Sono iscritto al registro delle opposizioni dal 2013, sia in azienda che a casa, ma continuo a ricevere continue telefonate pubblicitarie, ecc. come se nulla fosse. Per quello che mi riguarda iscriversi al registro delle opposizioni non ha risolto un bel nulla.

  3. Ma perchè non viene messo un risponditore automatico che avverte che se la telefonata è pubblicitaria potrebbe cadere in sanzioni e che comunque dovrà già dall’inizio dire (se esiste) da dove gli viene l’autorizzazione a telefonare e comunque prima di continuare la telefonata, se vuole revocare quella autorizzazione.

    Eviterebbe un sacco di complicazioni all’utente ma ce ne sarebbero per chi fa la telefonata.

    Ma comunque TIM, Libero ecc dubuto che faranno di testa loro questa cosa perchè i clienti nuovi li cercano anche loro così.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI