Diritto e Fisco | Articoli

Dove fare scrittura privata autenticata


> Diritto e Fisco Pubblicato il 19 dicembre 2017



La scrittura privata autenticata è un documento con valore probatorio, che attesta la veridicità del suo contenuto:dove si fa autenticare la scrittura privata?

Esistono molteplici situazioni al giorno d’oggi, sia nei rapporti interpersonali che in quelli economico-professionali e nelle relazioni d’affari, in cui si sottoscrivono documenti e contratti di vario tipo, sia per acquisti importanti come un’abitazione o un’autovettura che per trasferimenti meno rilevanti, ma che in ogni caso vanno siglati e certificati. La sottoscrizione può essere fatta sia ricorrendo alla forma scritta contrattuale che attraverso una scrittura privata, che a sua volta può essere semplice o autenticata. Si può ricorrere ad una scrittura privata per una rinuncia ad un credito, o a una transazione ad esempio, in quanto può definirsi quale scrittura privata qualunque documento scritto da più persone e che abbia la funzione di valere come prova nei confronti di coloro che l’hanno sottoscritto. In questo modo, per legge, i privati possono regolare numerose operazioni – salvi i casi in cui siano previste specifiche formalità di legge che richiedano altre modalità – in autonomia, avendo a disposizione per il futuro un documento scritto che fa piena prova. Qual è però la differenza fra scrittura privata semplice e scrittura privata autenticata? Dove fare una scrittura privata autenticata?

Scrittura privata semplice e autenticata: definizioni

Quando si parla di scrittura privata si fa riferimento a un documento, scritto e firmato dalle parti che lo sottoscrivono, che serve a regolare particolari rapporti privati fra cittadini. La scrittura privata, che può essere di vario tipo (si pensi come detto a un contratto, o a una rinuncia al credito) è sottoscritta dalle parti, e ha quindi valore probatorio in quanto costituisce piena prova nei confronti di coloro che l’hanno firmato (in relazione alla provenienza delle dichiarazioni però, e non al contenuto delle dichiarazioni stesse). Il nostro sistema di diritto civile infatti consente ai privati di regolare – nei limiti previsti dalla normativa di legge e fatti salvi diritti indisponibili – i propri interessi anche in autonomia, e direttamente con la controparte.

Un documento può assumere valore di scruttura privata semplice o di scrittura privata autenticata.

La scrittura privata autenticata è una scrittura privata in cui la firma dei privati viene apposta alla presenza di un notaio o di un altro pubblico ufficiale. Nel caso della scrittura privata non autenticata, invece, chiamata anche scrittura privata semplice, il valore probatorio del documento cambia, in quanto le firme sono apposte personalmente dalle parti senza alcuna attestazione da parte di pubblici ufficiali, e pertanto il documento potrà essere disconosciuto dal soggetto contro il quale venga eventualmente prodotto.

Scrittura privata autenticata: dove fare autenticare il documento

Se si vuole sottoscrivere una scrittura privata autenticata, conferendo quindi al documento un valore legale maggiore in vista di future contestazioni, o anche solamente per essere più tranquilli, occorre che il documento venga autenticato da un pubblico ufficiale autorizzato, come ad esempio un notaio (o anche un console, o un segretaio comunale o provinciale). La presenza di un soggetto che rivesta la qualifica di pubblico ufficiale è necessaria, in quanto quest’ultimo attesterà che la sottoscrizione del documento ad opera delle parti è avvenuta in sua presenza, dopo aver accertato l’identità dei vari firmatari.

note

Autore immagine: Pixabay.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI