Diritto e Fisco | Articoli

Come determinare i confini di una proprietà

22 dicembre 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 22 dicembre 2017



Una guida contenente le informazioni essenziali per comprendere come stabilire gli esatti confini tra terreni confinanti                                                       

Se ci si chiede come determinare i confini di una proprietà occorre distinguere due casi: se il confine è incerto, bisognerà rivolgersi al giudice perché li stabilisca con sentenza; se, invece, i confini non sono incerti, ma sono scomparsi o sono diventati irriconoscibili i segni che li individuano, se non si trova un accordo con il confinante per riposizionarli, occorrerà chiedere al giudice che, a spese comuni, ordini di apporli o ristabilirli.

Come agire se i confini tra due fondi sono incerti?

Come determinare i confini di una proprietà nel caso in cui essi siano incerti?

In questo non infrequente caso la legge [1] consente a ciascuno dei proprietari, con quella che è chiamata azione di regolamento di confini, di far stabilire dal giudice l’esatta linea di confine tra fondi confinanti.

Per far stabilire con sentenza l’esatto posizionamento del confine, i due proprietari confinanti potranno durante il processo ricorrere a qualsiasi tipo di prova e, solo in mancanza di altri elementi, il giudice sarà autorizzato a decidere sulla base del confine così come risulta dalle mappe catastali.

Molto spesso a questo tipo di causa si giunge perché uno dei due confinanti viene accusato dall’altro di avere occupato parte della sua proprietà ed allora è chiaro che sarà solo la sentenza (che avrà stabilito l’esatto confine) a fare definitiva chiarezza stabilendo se la parte di terreno in contestazione dovrà essere rilasciata all’altro confinante oppure no.

Occorre aggiungere che questo tipo di causa potrà sempre essere proposta da ciascuno dei due proprietari (l’azione è cioè imprescrittibile), tuttavia potrà accadere che il proprietario chiamato in giudizio perché viene accusato di avere occupato una parte di terreno non suo eccepisca l’avvenuta usucapione a suo favore di questa parte di terreno.

Se il proprietario citato in giudizio dimostrerà durante il processo di avere usucapito la parte di terreno che è accusato di avere illegittimamente occupato, la sentenza non potrà che accertare che, indipendentemente da quelli che erano gli esatti confini, la parte di terreno in contesa è stata usucapita ed è quindi divenuta di proprietà di colui che ha reclamato di averla acquistata per usucapione (ricordiamo che l’usucapione consiste nel possesso pacifico, continuo, non violento, né clandestino durato generalmente per almeno venti anni)

Se i confini tra due fondi sono incerti, per accertarli occorre proporre azione di regolamento di confini

Come agire se i segni di confine sono stati rimossi o sono diventati irriconoscibili?

Come determinare i confini di una proprietà nel caso in cui, invece, essi non siano incerti, ma siano soltanto mancanti o irriconoscibili i segni di delimitazione che li individuano (cosiddetti termini di confine)?

Ebbene, in questo diverso caso la legge [2] consente a ciascuno dei proprietari di agire in giudizio, in mancanza ovviamente di un accordo con il confinante, affinché il giudice ordini di apporli o di ristabilirli a spese comuni: trattasi della cosiddetta azione per apposizione di termini.

Chiaramente il motivo principale per cui si ricorre al giudice in questa particolare ipotesi è quello di evitare possibili sconfinamenti o usurpazioni: non essendo, cioè, in contestazione l’esatta linea di confine, si chiede al giudice di ordinare che i segni che lo individuano siano apposti o siano ristabiliti a spese comuni lungo la linea che segna appunto il confine tra i fondi.

Se i confini tra due fondi non sono incerti ma si vogliono ripristinare i segni, occorre proporre azione per apposizione di termini

note

[1] Art. 950 cod. civ.

[2] Art. 951 cod. civ.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI