Diritto e Fisco | Articoli

Infiltrazioni: può agire anche il conduttore

3 Novembre 2011 | Autore:
Infiltrazioni: può agire anche il conduttore

Anche il conduttore può agire contro il responsabile delle infiltrazioni nell’appartamento.

Se un immobile è interessato da infiltrazioni, ad agire contro il responsabile può essere sia il proprietario dell’appartamento danneggiato, sia anche il suo affittuario.

Lo ha stabilito una recente sentenza della Cassazione [1], che ha così riconosciuto una tutela diretta al conduttore in difesa del suo diritto d’uso e del pieno godimento della cosa locata.

La pronuncia è la conseguenza di un ricorso presentato presso il Tribunale di Bari da un soggetto che lamentava vistose infiltrazioni nel parquet del locale in affitto. Questi aveva agito contro il condominio per ottenere il risarcimento del danno, poiché la perdita proveniva da una delle parti comuni dello stabile, nello specifico dal terrapieno. Il terrapieno, infatti, si presume essere in comunione, poiché su di esso poggia l’intero edificio e il condominio ne ha la custodia [2].

La difesa del condominio aveva eccepito che il conduttore non fosse legittimato ad agire [3] essendo l’azione, a suo dire, proponibile solo dal proprietario dell’appartamento.

I giudici di legittimità, invece, hanno rigettato tale obiezione, riconoscendo in capo al conduttore il diritto ad una autonoma tutela risarcitoria nei confronti dei terzi che pregiudichino l’uso e il godimento della cosa locata, potendo agire in nome proprio contro il danneggiante [4].

Dunque, lo stesso principio vale anche nell’ipotesi in cui il responsabile sia non solo il condominio, ma un altro condomino.



note

[1] Cass. n. 17881/2011.

[2] Cass. n. 14350/00; Cass. n. 2469/96.

[3] Violazione degli artt. 81 e 100 c.p.c.

[4] Art. 1585, II comma c.c.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube