HOME Articoli

Lo sai che? Mutilazioni genitali femminili: storica risoluzione dell’ONU

Lo sai che? Pubblicato il 26 novembre 2012

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 26 novembre 2012

La terza commissione dell’Assemblea Generale ONU ha adottato una storica risoluzione volta a condannare fortemente le mutilazioni genitali femminili: è la prima volta che le Nazioni Unite votano su questo argomento. La risoluzione è stata voluta proprio dai Paesi africani, principali esecutori di tale pratica, con il sostegno dell’Italia.

Ben 28 Stati dell’Africa applicano la mutilazione dei genitali femminili per motivi non terapeutici. Le conseguenze sono disastrose sia per la salute fisica che per quella psichica delle bambine e delle donne che vi sono sottoposte. Sono circa 140 milioni le giovani donne in tutto il mondo vittime della pratica, mentre circa tre milioni sono a rischio ogni anno.

L’OMS (Organizzazione mondiale della sanità) ha classificato le mutilazioni in quattro diversi tipi differenti, a seconda della gravità:

1) Circoncisione (o infibulazione al-sunna): consiste nell’asportazione della punta della clitoride, con fuoriuscita di sette gocce di sangue simboliche;

2) Escissione al-wasat: consiste nell’asportazione della clitoride e taglio totale o parziale delle piccole labbra;

3) Infibulazione (o circoncisione faraonica o sudanese): è l’asportazione della clitoride, delle piccole labbra, di parte delle grandi labbra vaginali con cauterizzazione, cui segue la cucitura della vulva, lasciando aperto solo un foro per permettere la fuoriuscita dell’urina e del sangue mestruale;

4) Il quarto gruppo comprende una serie di interventi di varia natura sui genitali femminili [1].

La risoluzione adottata dall’ONU invita a promuovere programmi ad hoc nel settore sociale ed educativo, per favorire l’abbandono della pratica.

 

 

note

[1] Dati forniti dal portale Wikipedia.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI