Diritto e Fisco | Articoli

Benefici per genitori fiscalmente a carico

30 dicembre 2017 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 30 dicembre 2017



Quali sono i benefici fiscali per chi ha i genitori a carico o li mantiene?

Chi ha i genitori a carico può beneficiare della detrazione dall’imposta Irpef per carichi di famiglia. Vediamo quando un genitore può essere considerato “a carico” del figlio e quali sono gli effetti favorevoli dal punto di vista fiscale.

Quando un genitore è a carico

Sono genitori a carico coloro che nel periodo di imposta di riferimento (nel 2017 per la dichiarazione dei redditi da presentare nel 2018) hanno conseguito un reddito complessivo uguale o inferiore a 2.840,51 euro, al lordo degli oneri deducibili.

Il superamento di tale soglia comporta l’esclusione della possibilità di considerare il familiare fiscalmente a carico.

Nel calcolo della soglia di reddito complessivo di 2.840,51 euro rientrano:

  • il reddito dei fabbricati assoggettato alla cedolare secca sulle locazioni;
  • le retribuzioni corrisposte da Enti e Organismi Internazionali, Rappresentanze diplomatiche e consolari, Missioni, Santa Sede, Enti gestiti direttamente da essa ed Enti Centrali della Chiesa Cattolica;
  • la quota esente dei redditi di lavoro dipendente prestato nelle zone di frontiera ed in altri Paesi limitrofi in via continuativa e come oggetto esclusivo del rapporto lavorativo da soggetti residenti nel territorio dello Stato;
  • il reddito d’impresa o di lavoro autonomo assoggettato ad imposta sostitutiva in applicazione del regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità;
  • il reddito d’impresa o di lavoro autonomo assoggettato ad imposta sostitutiva in applicazione del regime forfetario per gli esercenti attività d’impresa, arti o professioni.

Detrazioni solo se il genitore convive con il figlio o riceve assegni alimentari

I genitori possono essere considerati fiscalmente a carico a condizione che convivano con il figlio o ricevano dallo stesso assegni alimentari non risultanti da provvedimenti dell’Autorità giudiziaria. La legge richiede questa condizione quando il familiare non sia il figlio o il coniuge (per esempio: nipoti, suoceri, fratelli e sorelle ecc.), i quali sono considerati a carico a prescindere dalla convivenza.

A quanto ammonta la detrazione per genitori a carico

La detrazione per altri familiari a carico (cioè diversi da coniuge non separato e figli) è pari a 750 euro, da ripartire pro quota tra coloro che hanno diritto alla detrazione, per ogni altra persona che convive con il contribuente o percepisca assegni alimentari non risultanti da provvedimenti dell’autorità giudiziaria.

La detrazione spetta per la parte corrispondente al rapporto tra l’importo di 80.000 euro, diminuito del reddito complessivo, e 80.000 euro.

Altri benefici per chi mantiene o assiste i genitori

Se il genitore non autosufficiente non convive con il figlio, non è possibile beneficiare della detrazione per familiari a carico. Tuttavia, il figlio che sostiene le spese per assistenza personale ha diritto ad una detrazione fiscale Irpef delle relative spese (per un importo non superiore a 2.100 euro).

Si tratta della detrazione delle spese sostenute per gli addetti all’assistenza personale nei casi di non autosufficienza nel compimento degli atti della vita quotidiana, se il reddito complessivo non supera 40.000 euro.

Si considerano “non autosufficienti al compimento degli atti della vita quotidiana” i soggetti che non sono in grado, ad esempio, di: assumere alimenti; espletare le funzioni fisiologiche e provvedere all’igiene personale; deambulare; indossare gli indumenti. Inoltre si considerano non autosufficienti coloro che necessitano di una sorveglianza continuativa.

Se il genitore è in una casa di riposo

La retta della casa di riposo pagata per il genitore anziano può essere portata in detrazione nella dichiarazione dei redditi del figlio, ma soltanto per le spese mediche (per esempio spese per assistenza medica, medicinali, riabilitazione ecc.). La detrazione non si estende invece alle altre spese di ricovero, riguardanti per esempio l’alloggio e i servizi offerti dall’istituto.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI