Diritto e Fisco | Articoli

Imparare a guadagnare su internet: i segreti

3 Gennaio 2018


Imparare a guadagnare su internet: i segreti

> Diritto e Fisco Pubblicato il 3 Gennaio 2018



L’evento formativo a Cosenza: il 6 aprile parleranno i principali attori della new economy.

Come guadagnare da un sito internet? Una domanda che ha milioni di risposte: una per ogni sito internet oggi esistente. Ma la verità è che solo chi è ai primi posti può dare delle risposte convincenti e serie. Come Salvatore Aranzulla, titolare di Aranzulla.it. È lui l’ospite d’onore del primo evento formativo che si terrà a Cosenza il prossimo 6 aprile dal titolo «Come guadagnare da un sito Internet».

Abbiamo intervistato il direttore della nostra testata giornalistica che sarà uno dei relatori dell’evento. Ma prima ecco il link per acquistare il biglietto.

Intervista ad Angelo Greco – fondatore e socio di LLpT

Perché questo evento dal titolo «Come guadagnare da un sito internet»?

Accetteresti mai dei consigli sulla dieta da una persona grassa? Assumeresti mai come personal trainer una persona flaccida e pigra?

Che c’entra con l’evento?

Tutti parlano di Seo – ossia la tecnica per essere primi sui motori di ricerca – ma la Seo non è una scienza esatta. Si fonda su un algoritmo ignoto che è il know-how di Google e che nessuno conosce. Si possono fare previsioni, stime e ragionare per presunzioni. Ma alla fine, la miglior teoria è la pratica: questo significa che solo chi si è già piazzato ai primi posti di un motore di ricerca è più vicino alla “verità” di Google & Co. Tutto il resto è teoria che non aiuta e spesso allontana. Ecco perché credo che la persona migliore per poter spiegare come funziona la SEO è chi la SEO la pratica tutti i giorni e, con i risultati – e non con le parole – ha dimostrato di sapere come funziona. Appunto abbiamo pensato a Salvatore Aranzulla. Non mi fiderei mai di un medico che mi consiglia una medicina mentre fuma e si dà all’alcol, di un dietologo che è obeso o di un istruttore di palestra che non ha mai fatto un chilometro di corsa. I risultati sono il miglior biglietto da visita.

È previsto un tuo intervento. Di cosa parlerai?

Non parlerò di come è nata LLpT (tutti ormai sanno la storia) e così neanche Salvatore Aranzulla farà un elogio a se stesso per quanto lo meriterebbe da parte nostra. Invece forniremo in un’unica giornata tutti i suggerimenti necessari per avere un sito forte e remunerativo. Dopo tutti questi anni abbiamo maturato un po’ di esperienza sul campo ed è il momento di condividere queste nozioni, di raccomandare a tutti come non fare gli stessi errori che abbiamo fatto agli esordi e di spiegare che sul web ci sono numerosi strumenti che aiutano il titolare di un sito ad andare più veloce dei competitori. Illustreremo come utilizzare questi tools e come superare tutti gli altri siti.

Insomma, noi spiegheremo perché e percome siamo arrivati a oltre 600mila visitatori unici al giorno. E non ci terremo per noi i segreti se mai ne esistono.

Quali sono questi segreti allora? Ci puoi dare un’anticipazione?

Il segreto principale è la perseveranza. Non devi demordere mai. All’inizio il web sembra non dare soddisfazioni, ma c’è un momento – le chiamo “le colonne di Ercole” – superato il quale ti si apre l’oceano. E allora lì hai solo l’imbarazzo della scelta su quale rotta intraprendere.

A chi è indirizzato il corso?

A tutti, proprio tutti. Pensa che abbiamo accreditato l’evento anche con gli ordini professionali (ad esempio l’ordine degli avvocati di Cosenza) per poter garantire anche a questa categoria di utenti della rete di imparare a farsi conoscere. Ma il web può essere uno strumento non solo per intercettare la clientela, ma anche per guadagnare con la pubblicità. Spiegheremo anche questo.

Com’è nata l’idea di questo evento con Aranzulla?

Abbiamo voluto fortemente questo evento perché la gente sapesse come sta cambiando l’economia, perché vedesse — in un momento di profonda crisi — che esiste un mondo che premia il lavoro, le capacità individuali e la costanza, che va oltre le barriere del territorio, che non conosce privilegi, dove l’unico capitale sono le risorse umane. Internet è una speranza per tutti, specie per i piccoli.

La Legge per tutti è un portale di diritto…

…No, non è corretto. È un portale di informazione giuridica. Significa che la legge la spieghiamo, non la commentiamo. La spieghiamo per tutti. Perché la legge è «di tutti».

Ok. Qual è il problema legale più ricorrente per l’italiano medio?

Sicuramente la burocratizzazione della p.a. e l’ignoranza e l’indifferenza verso il cittadino di molte persone che hanno funzioni pubbliche o di ausilio al pubblico (dalle forze dell’ordine ai semplici dipendenti della P.A. come l’Inps o gli enti territoriali).

Ambroce Bierce diceva che la burocrazia è l’arte di rendere impossibile il possibile.

C’è ancora una totale dicotomia e distanza tra apparati e popolo: incredibilmente, la nostra nazione è segnata da un netto individualismo. E questo si vede nel modo di lavorare e nel senso civico della gente. Si dimentica che, in un’isola, solo se tutti gli isolani stanno bene anche il singolo può stare bene. Il benessere di un solo individuo, se non è accompagnato da quello della moltitudine, è effimero e breve. Ecco perché LLpT vuol perseguire un’opera di “divulgazione” della conoscenza giuridica: se tutto il popolo saprà bene quali sono i propri diritti ed i propri doveri, questa maggiore cultura legale non potrà che portare un benessere superiore per tutti.

Parlaci dei tuoi soci

Il primo ad affiancarmi è stato Paolo Florio, un commercialista e avvocato molto intraprendente e dinamico. Paolo è uno dei pochi professionisti concittadini che ha una visione imprenditoriale e moderna. Mi fido molto della sua prudenza che serve a tenermi spesso coi piedi per terra. Lui controlla i conti della società e gli investimenti. Ha un grande acume.

Poi si è aggiunto Francesco Buccieri (in verità lo abbiamo costretto a diventare socio): un vero drago per quanto riguarda l’informatica. Non ho mai incontrato una persona tanto precisa, seria, intuitiva, umile e disponibile. Francesco non ha rivali. Temo che Google ce lo possa un giorno rubare.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI