HOME Articoli

Lo sai che? Come ritirare pacco postale senza carta d’identità

Lo sai che? Pubblicato il 9 gennaio 2018

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 9 gennaio 2018

Il documento d’identità non serve se consegna il postino o si noleggia una casella postale. Come funziona la delega per il ritiro presso l’ufficio postale?

Esiste un modo per ritirare un pacco senza carta di identità? Vi sarà capitato di trovare nella cassetta delle lettere, al rientro dal lavoro, un avviso del postino per avvertirvi che avete un pacco da ritirare in Posta. Bisogna portare un documento oppure lo si può ritirare senza carta di identità?

Di norma, per poter ritirare un pacco postale, l’impiegato vi chiederà un documento di identità. Questo va anche a vostro interesse, per evitare che quel pacco finisca nelle mani di chiunque.

Ma c’è un modo per ritirare un pacco postale senza carta di d’identità? Dipende da chi lo consegna o da dove lo si fa recapitare. Vediamo.

Ritirare un pacco senza documento: se consegna il postino

Quando un pacco postale viene consegnato dal postino, raramente questi chiede la carta d’identità al destinatario. Si limita, nel caso, a chiedere una firma per avvenuta consegna. Il pacco, infatti, viene ritirato da qualsiasi membro della famiglia, a volte anche dal vicino, senza bisogno né di una delega né di un documento.

Ritirare un pacco senza documento: la casella postale

C’è un altro modo per ritirare un pacco postale senza carta d’identità ed è quello di affittare una casella postale. Il vantaggio è che il pacco (come le lettere, cioè la normale corrispondenza) può essere ritirato in qualsiasi momento durante l’orario di apertura dell’ufficio postale senza passare dall’impiegato (a meno che le dimensioni eccedano da quelle della casella stessa).

La persona che ha noleggiato la casella postale avrà la propria chiave, quindi può aprirla e ritirare il contenuto in totale autonomia, senza dover esibire un documento d’identità.

La casella postale conviene a chi non ha un recapito fisso oppure non vuole ricevere la corrispondenza a casa.

La carta d’identità sarà necessaria soltanto al momento di firmare il contratto di affitto della casella postale (aziende o professionisti possono presentare anche un certificato di iscrizione alla Camera di Commercio).

I prezzi variano a seconda delle dimensioni della casella:

  • piccola (145 x 96 x 400 mm): 100 euro l’anno;
  • media (145 x 145 x 400 mm): 150 euro l’anno;
  • grande (145 x 290 x 400 mm): 200 euro l’anno;
  • aperta: 100 euro l’anno.

Il noleggio della casella postale è attivo dal 1 gennaio al 31 dicembre. Alla scadenza, il contratto si intende tacitamente rinnovato, salvo recesso.

Quali pacchi vengono consegnati negli uffici postali?

Quando non è possibile ricevere un pacco postale a domicilio o quando il mittente ha scelto un sistema di invio (anche a pagamento) più sicuro, è possibile effettuare il ritiro presso l’ufficio postale, muniti di carta d’identità o, comunque, di un documento di riconoscimento (come la patente di guida o il passaporto).

In particolare, sono consegnati allo sportello:

  • i pacchi portati al domicilio, ma non recapitati perché il destinatario era assente;
  • i pacchi inviati con il servizio Fermoposta;
  • i pacchi diretti a uffici, enti, società etc. che abbiano designato un incaricato per il ritiro;
  • i pacchi con evidenti segni di manomissione o di avaria del contenuto;
  • i pacchi che hanno bisogno di particolari cautele con obbligo di assicurazione (ad esempio, quelli inviati dalle banche o contenenti valori).

Ritirare un pacco con la delega: serve un documento?

Può capitare, come dicevamo, che per motivi di lavoro o altro il destinatario di un pacco postale non sia reperibile durante il giorno e, arrivato l’avviso del postino, debba mandare un’altra persona ad effettuare il ritiro.

In questo caso, dovrà fare una delega, cioè autorizzare una persona di fiducia. Di norma, nel cartoncino lasciato dal postino nella cassetta delle lettere c’è uno spazio per delegare qualcuno al ritiro.

La delega dovrà riportare:

  • i dati del destinatario del pacco postale e della persona che materialmente effettua il ritiro;
  • la dicitura che autorizza il ritiro del pacco;
  • la firma ed una fotocopia della carta d’identità del delegante.

Ma si può ritirare, delega in mano, un pacco postale senza carta d’identità? No. Il delegato, cioè chi andrà fisicamente all’ufficio postale a ritirare il pacco, dovrà mostrare il proprio documento di riconoscimento. Altrimenti, l’impiegato non potrà effettuare la consegna.

Ritiro di un pacco per Fermoposta: serve la carta d’identità?

L’abbiamo citato prima: il servizio Fermoposta consente di ricevere un pacco presso l’ufficio postale quando non si ha un indirizzo fisso, non si possiede una casella postale sicura o sorvegliata o quando, al momento della spedizione, il destinatario è in vacanza o assente per diversi giorni per motivi di lavoro.

Come funziona il servizio Fermoposta? Il mittente deve scrivere sulla busta:

  • nome e cognome del destinatario oppure il numero di un documento d’identità di quest’ultimo;
  • la dicitura Fermoposta;
  • il codice di avviamento postale (Cap);
  • l’esatta denominazione dell’ufficio postale scelto per il ritiro (ad esempio, in una grande città, bisognerà indicare «ufficio postale di via…»).

Il costo del servizio per il mittente è di 3 euro oltre al costo dell’affrancatura.

Per il ritiro del pacco postale con Fermoposta serve la carta d’identità? Sì. Il destinatario (o chi da lui delegato), oltre ad essere maggiorenne, deve mostrare un documento di riconoscimento al momento del ritiro.

Il pacco rimarrà in giacenza nell’ufficio postale per 30 giorni, dopodiché, se nessuno lo ha reclamato, verrà restituito al mittente.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI