Diritto e Fisco | Articoli

Concorso pubblico: requisiti per i disabili

13 gennaio 2018


Concorso pubblico: requisiti per i disabili

> Diritto e Fisco Pubblicato il 13 gennaio 2018



Mio figlio è disabile. Vorrei farlo partecipare ad un concorso pubblico. Quali sono i requisiti richiesti per l’accesso e per l’iscrizione agli elenchi delle categorie normative?

Se per la partecipazione ad un pubblico concorso il relativo bando richiede per le persone disabili l’iscrizione agli elenchi delle categorie protette, il riferimento normativo da tenere in considerazione è quello della legge n. 68 del 1999.

In particolare, l’articolo 8 della legge citata (cioè la n. 68 del 12 marzo 1999 pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 68 del 23 marzo 1999 – Supplemento ordinario n. 57) stabilisce che le persone indicate nel comma 1 dell’articolo 1 della stessa legge (fra le quali rientrano le persone invalide del lavoro con grado di invalidità superiore al 33% accertata dall’Inail e anche le persone in età lavorativa affette da minorazioni fisiche, psichiche o sensoriali e portatori di handicap intellettivo che comportino riduzione della capacità lavorativa superiore al 45% accertata dalle competenti commissioni per il riconoscimento dell’invalidità civile) che risultano disoccupate e aspirano ad una occupazione obbligatoria conforme alle proprie capacità lavorative si iscrivono nell’apposito elenco tenuto dai servizi per il collocamento mirato nel cui ambito territoriale si trova la residenza dell’interessato.

Una volta iscritti, l’ufficio competente (cioè il servizio per il collocamento mirato della provincia di residenza) provvede al collocamento delle persone inserite nell’elenco dei disabili che risultano disoccupati sulla base di un’unica graduatoria (ogni Regione ha una propria normativa sull’attribuzione dei punteggi utili per la graduatoria).

Per quanto riguarda i pubblici concorsi, la legge n. 68 del 1999 all’articolo 7, comma 2, stabilisce che i lavoratori disabili iscritti nell’elenco appena indicato hanno diritto alla riserva dei posti nei limiti della complessiva quota d’obbligo e fino al cinquanta per cento dei posti messi a concorso.

Si deve, quindi, tener presente che per potersi iscrivere e conservare poi l’iscrizione nell’elenco (che consente di potere fruire dei posti riservati nei pubblici concorsi) occorre essere:

1) in stato di disoccupazione, cioè essere lavoratori privi di impiego (quindi che non svolgono alcuna attività lavorativa salve le eccezioni di cui fra poco si dirà)

2) e avere dichiarato la propria disponibilità immediata allo svolgimento di attività lavorativa ed alla partecipazione alle misure di politica attiva del lavoro.

Infine va precisato che il Ministero del Lavoro nella circolare del 23 dicembre 2015 ha chiarito che:

– il disabile che instauri un rapporto di lavoro subordinato con reddito annuale superiore ad euro 8.000,00 decade dall’iscrizione (e, quindi, se non già iscritto, non può essere iscritto) a meno che la durata del rapporto non sia superiore a sei mesi: in tal caso l’iscrizione è sospesa per la durata del rapporto di lavoro (ad esempio se il disabile svolge attività di lavoro subordinato con reddito annuale pari a 9.000,00 euro della durata di sette mesi decade dall’iscrizione, se già iscritto, e non può iscriversi se non già iscritto; se invece il disabile svolge attività di lavoro subordinato con reddito annuale pari a 9.000,00 euro della durata di cinque mesi, la sua iscrizione viene sospesa);

– l’iscritto alle liste che instauri un rapporto di lavoro subordinato con reddito annuale inferiore ad euro 8.000,00 conserva l’iscrizione oppure può iscriversi se non già iscritto;

– l’iscritto che intraprenda attività lavorativa autonoma o di impresa individuale da cui ricavi reddito annuale inferiore ad euro 4.800,00 conserva l’iscrizione oppure può conseguirla.

 

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Angelo Forte

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI