Diritto e Fisco | Articoli

Detenzione armi e munizionamento: regole per i possessori

20 Gennaio 2018


Detenzione armi e munizionamento: regole per i possessori

> Diritto e Fisco Pubblicato il 20 Gennaio 2018



Qual è la prescrizione per il reato di mancata denuncia per cambio di residenza di un’arma comune regolarmente detenuta e di munizionamento, sia pertinente ad una specifica arma denunciata sia di altra natura? A quale regole è sottoposto detto munizionamento comune?

Ai sensi dell’articolo 38, V comma, del regio decreto 773/1938 (testo unico sulle leggi in materia di pubblica sicurezza) e dell’articolo 20 della legge 110/1975 (legge per il controllo delle armi, delle munizioni e degli esplosivi), ogni volta che il possessore di armi trasferisce l’arma in un luogo diverso da quello indicato nella denuncia, deve ripresentare la relativa denuncia.

L’omessa denuncia costituisce reato per il quale, secondo il disposto dell’articolo 157 del codice penale, è previsto un termine di prescrizione di 4 anni.

Occorre precisare che questo termine decorre dal giorno in cui doveva essere fatta la denuncia di cambio di residenza.

Per quanto riguarda il munizionamento, esso è sottoposto alla stessa disciplina della detenzione delle armi, ai sensi dell’articolo 38 del regio decreto 773/1938.

 

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Ambrogio Dal Bianco


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI