Tech | Articoli

Pericolo Meltdown e Spectre, come difendersi

11 Gennaio 2018 | Autore:


> Tech Pubblicato il 11 Gennaio 2018



Meltdown e Spectre possono mettere a rischio la sicurezza di computer e smartphone prodotti negli ultimi 20 anni. Ecco come verificare se sei vulnerabile.

Meltdown e Spectre sono difetti presenti nei processori che possono mettere a rischio la sicurezza di PC e dispositivi mobile. Sono bug presenti in numerosi processori Intel, ARM e AMD realizzati dal 1995 in poi. Praticamente qualsiasi computer, smartphone o tablet prodotto negli ultimi 20 anni potrebbe essere afflitto da questo problema.

Questi bug presenti nel processore possono consentire ai pirati informatici di violare il nostro computer e rubare password e altre informazioni private. Al momento comunque non c’è da farsi prendere dal panico. I vari produttori sono a conoscenza del problema e hanno già provveduto a trovare le soluzioni.

Come faccio a sapere se il mio computer è vulnerabile a Meltdown e Spectre?

Microsoft ha realizzato un tool per verificare se il proprio computer Windows 10 è vulnerabile agli attacchi Meltdown e Spectre. Si tratta di uno script PowerShell che può essere installato seguendo la guida pubblicata da Microsoft alla seguente pagina [1].

Una volta eseguito lo script, si ha come risultato una serie di risultati con True o False. Se sono tutti True vuol dire che il nostro computer è protetto e che non dobbiamo preoccuparci. Se appare qualche False, vuol dire che il sistema è vulnerabile e si devono adottare dei provvedimenti. In Suggested actions vengono indicate alcune azioni suggerite da eseguire.

Come faccio a proteggermi da Meltdown e Spectre?

Come premesso, tutti i dispositivi, compresi smartphone e tablet, possono essere vulnerabili a Meltdown e Spectre. Microsoft, Apple e Google hanno già realizzato alcuni aggiornamenti per risolvere il problema. La prima cosa da fare, quindi, è quella di verificare se sono disponibili aggiornamenti per il proprio dispositivo, che si tratti di un computer Windows, un Mac, uno smartphone Android o un dispositivo iOS. Aggiornare sistema operativo e applicazioni è la prima regola da seguire per proteggersi contro ogni tipo di minaccia.

Occorre poi verificare di aver installato l’ultimo aggiornamento del BIOS del proprio computer. Questo va fatto attraverso il supporto fornito dal produttore del proprio computer. Intel ha comunque reso disponibile una pagina [2] in cui spiega come procedere.

note

[1] https://support.microsoft.com/it-it/help/4073119/protect-against-speculative-execution-side-channel-vulnerabilities-in

[2] https://www.intel.it/content/www/it/it/support/articles/000025619/software.html?_ga=2.101767105.1157064865.1515667253-123382330.1512995563


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

1 Commento

  1. Buongiorno, non capisco lo script esattamente cosa potrebbe identificare e dare sicurezza,visto che tutto viene elaborato, schedulizzato, threadizzato, dal medesimo processore di cui mal progettato a livello hardware, praticamente la elaborazione in parallelo istruzioni/ dati o pipeline in simultanea tecnologia sviluppata nei RISC se non erro ! per velocizzare la elaborazione in tempi minori a parità di giri di clock

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI