HOME Articoli

Lo sai che? L’autovelox controlla il bollo auto non pagato?

Lo sai che? Pubblicato il 14 gennaio 2018

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 14 gennaio 2018

Multe: la polizia può verificare l’omesso versamento del bollo e magari sequestrate l’auto? Si può guidare con il bollo scaduto?

Non hai pagato il bollo auto: sono mesi che ti riprometti di farlo, ma non hai ancora trovato i soldi. Così, nel frattempo, pur consapevole di non esser in regola con il fisco, continui a circolare con l’auto, magari alla ricerca di un guadagno extra che ti permetta di saldare il debito. Un giorno però ti becca l’autovelox: ne sei sicuro perché, mentre eri in evidente eccesso di velocità, hai visto di sfuggita, alla tua destra, il treppiedi con la macchinetta ed accanto all’auto della polizia. Scontato il fatto che sei stato immortalato nella fotografia e che entro 90 giorni ti arriverà la multa a casa, ti chiedi se è possibile che, da questo, ne possano derivare anche le sanzioni per il mancato pagamento dell’imposta sul possesso dell’automobile. In altre parole, l’autovelox controlla il bollo auto non pagato? Il dubbio ti è venuto perché hai saputo che, alcune recenti modifiche legislative, hanno autorizzato l’uso delle telecamere, usate per il controllo del superamento dei limiti di velocità, anche per accertare altre violazioni del codice della strada. In questo articolo ti forniremo tutti i chiarimenti di cui hai bisogno: ti spiegheremo cioè se, nel caso in cui tu abbia preso una multa con l’autovelox e la tua targa sia stata fotografata dall’apparecchio della polizia, rischi anche un accertamento fiscale per il mancato versamento del bollo auto.

La legge di stabilità del 2016 ha autorizzato l’utilizzo dei tutor e degli autovelox non solo per le multe per eccesso di velocità, ma anche per rilevare la mancata copertura assicurativa delle auto. Questo significa che, da un controllo sulla targa, la polizia è in grado di rilevare se il proprietario dell’auto ha rinnovato la polizza rc auto o se sta invece circolando senza assicurazione. Le sanzioni però sono rimaste per molto tempo in stand-by in attesa dell’omologa degli apparecchi.

Chi è senza assicurazione non può né guidare l’auto, né lasciarla parcheggiata in un luogo pubblico o aperto al pubblico. Le sanzioni per l’auto senza assicurazione sono molto pesanti: da un minimo di 841 euro a un massimo di 3.287 euro. La multa è ridotta a un quarto se l’assicurazione viene rinnovata entro 15 giorni dal termine di scadenza o se, entro 30 giorni dalla multa, si provvede alla demolizione e radiazione. In più c’è il sequestro del mezzo. Si può ottenere il dissequestro a condizione che il proprietario dell’auto:

  • paga la multa per come indicato nel verbale (cosiddetto pagamento in misura ridotta);
  • paga il premio dell’assicurazione per almeno sei mesi. In particolare è necessario aver stipulato un contratto annuale con una assicurazione e aver pagato il premio per almeno i primi sei mesi;
  • garantisce il pagamento delle spese di prelievo, trasporto e custodia del veicolo sottoposto a sequestro.

Al contrario di quanto appena visto in materia di assicurazione obbligatoria, l’autovelox non controlla il pagamento del bollo auto. Il bollo è infatti un onere tributario che non è imposto dal codice della strada ma dalla normativa fiscale nazionale; l’imposta è poi riscossa dalle Regioni. Tanto è vero che, non trattandosi di un illecito che mette in pericolo la circolazione, si può benissimo guidare l’auto nonostante questa non sia coperta dal bollo. Tutt’al più si può essere considerati “evasori fiscali”, ma non si viola il codice. Né la polizia o i carabinieri possono chiedere, in caso di controlli su strada, le ricevute del versamento del bollo: gli accertamenti sul bollo infatti spettano solo alla Regione (per le regioni a Statuto speciale all’Agenzia delle Entrate). In caso poi di mancato pagamento bonario arrivano le cartelle esattoriali. Il sequestro dell’auto per l’omesso pagamento del bollo auto non è possibile come invece succede per la mancata copertura assicurativa. Tutt’al più, l’Agente della Riscossione può disporre il fermo amministrativo dell’auto, contro il quale si può ovviare chiedendo una dilazione di pagamento. Per maggiori approfondimenti ti consiglio di leggere Cosa rischia chi non paga il bollo auto.

Quindi, per sintetizzare, né le telecamere del tutor, né delle dell’autovelox o posizionate sopra i semafori possono essere utilizzate ad accertare la regolarizzazione del bollo auto: gli accertamenti fiscali infatti non spettano a polizia o carabinieri. E se a fermarti fosse la Guardia di Finanza? Stesso discorso: il bollo è un tributo della Regione ed è solo a questa che spetta l’accertamento.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI