Diritto e Fisco | Articoli

Cane o gatto sul treno: posso portarlo?

17 gennaio 2018 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 17 gennaio 2018



Condizioni e limitazioni per viaggiare in treno su Trenitalia o Italo con l’animale di compagnia. Documenti da portare e costo del biglietto.

Anche se a determinate condizioni, il cane o il gatto sul treno posso portarlo ed evitare, così, di lasciarlo da solo o di affidarlo a qualcuno se devo fare qualche giorno fuori casa e utilizzo il treno come mezzo di trasporto. Trenitalia e Italo danno il benvenuto agli animali domestici soprattutto di piccola taglia (in qualche caso è possibile portare anche quelli più grossi a pagamento o se si tratta di cani guida per non vedenti).

Oltre al peso del cane o del gatto, ci sono altri limiti relativi agli orari in cui è possibile salire a bordo con l’animale (si parla, soprattutto, dei treni regionali maggiormente saturi di pendolari in certe fasce del giorno) e alle condizioni in cui i nostri amici a quattro zampe devono essere tenuti a bordo.

Quel che conta, comunque, è che cane o gatto sul treno posso portarlo. Vediamo come e quando.

Cane o gatto su Trenitalia: come posso portarlo?

La principale rete di trasporto ferroviario, cioè Trenitalia, accetta i cani di piccola taglia ed i gatti, questi ultimi custoditi in un apposito contenitore, in modo gratuito, cioè non devono pagare il biglietto. Il gatto può così viaggiare in categoria Executive, in Business, in Premium o in classe standard.

Ogni viaggiatore può portare con sé soltanto un contenitore, delle dimensioni non superiori a 70x30x50 cm.

I cani (di qualsiasi taglia, quindi non solo i chihuahua) devono essere tenuti al guinzaglio e con la museruola. Possono viaggiare:

  • sugli Intercity o sugli Intercity Notte, in prima o in seconda classe;
  • su Frecciabianca, Frecciarossa o Freccia argento, in prima o in seconda classe, in Business o in Standard. Non sono ammessi in Executive, in Premium, nell’area del silenzio e nei salottini;
  • nelle carrozze letto, nelle carrozze cuccette e nelle vetture Excelsior, per compartimenti acquistati per intero;
  • sui treni regionali, ad eccezione della fascia oraria 7-9 da lunedì a venerdì.

I cani (ad eccezione di quelli dei non vedenti) non possono entrare nella carrozza ristorante/bar.

Gli animali (cane o gatto che siano) non possono mai occupare posti destinati ai viaggiatori. Se recano disturbo, il personale è autorizzato ad assegnare un altro posto all’accompagnatore o a farlo scendere dal treno. Con l’animale, ovvio.

Per il trasporto dei cani (esclusi quelli dei non vedenti) si deve avere in tasca il certificato di iscrizione all’anagrafe canina ed il libretto sanitario (o, per i cani dei cittadini stranieri, il passaporto del cane in sostituzione di entrambi i documenti) da esibire al personale di bordo. Se non si è in possesso di questi certificati, oltre a pagare una multa si dovrà scendere alla prima fermata.

Cane o gatto su Trenitalia: devono pagare il biglietto?

Come accennato, il gatto che viaggia su Trenitalia nell’apposito contenitore delle misure indicate non paga il biglietto.

Per quanto riguarda il cane, invece, paga un biglietto di seconda classe o livello Standard (anche per viaggiare in prima classe o in Business) ridotto del 50%. In pratica, metà di uno di questi due biglietti.

I cani guida per i non vedenti viaggiano gratis e senza alcuna limitazione.

Cane sul treno: posso cambiare prenotazione o biglietto?

Chi intende portare il cane sul treno, può cambiare prenotazione o biglietto se:

  • è previsto dalle condizioni e dai termini per il biglietto acquistato;
  • viene richiesto il cambio anche per il biglietto del proprietario (cioè, bisogna cambiare tuti e due e non uno solo).

Con le stesse premesse è possibile avere il rimborso del biglietto del cane. L’importo minimo non rimborsabile, cioè 10 euro, viene calcolato su quello complessivo. Quindi, se ho pagato 30 euro di biglietto, me ne verranno rimborsati 20.

Se il biglietto lo consente, è possibile salire con il cane su un treno diverso da quello prenotato avvisando il personale di Trenitalia e pagando una penalità di 10 euro.

Puoi accedere con il tuo cane a un treno diverso da quello prenotato, se consentito dal tuo biglietto e nei limiti temporali dello stesso, avvisando il personale di bordo e, nel caso di un cane di qualsiasi taglia, pagando l’eventuale differenza di prezzo e la penalità di 10 euro.

Se non ho biglietto o documenti del cane sul treno, cosa rischio?

Il passeggero che sale sul treno con il cane senza avere pagato il biglietto per l’animale può acquistarlo a bordo ma pagando una penalità che, nel caso di viaggio nelle carrozze letto, è pari all’acquisto dell’intero compartimento.

Se l’animale non è ammesso al trasporto, oltre alla penalità bisognerà scendere dal treno alla prima fermata.

Se il passeggero non porta con sé l’iscrizione all’anagrafe canina dell’animale, dovrà pagare una multa di 25 euro e scendere dal treno alla prima fermata.

Se il cane è sprovvisto di museruola o guinzaglio o il contenitore del gatto non rispetta le dimensioni prestabilite, bisogna pagare una multa di 10 euro, salvo diversa disposizione tariffaria, come precisa Trenitalia, e scendere dal treno alla prima fermata.

In tutti questi casi non si avrà diritto al rimborso del biglietto.

Cane o gatto su Italo: come posso portarlo?

Chi sceglie di viaggiare con cane e gatto sul treno di Italo (cioè di Ntv, l’azienda proprietaria di questi convogli), deve sapere che possono salire a bordo gratuitamente gli animali domestici dal peso massimo di 10 kg. Anche in questo caso, i gatti devono essere portati negli appositi contenitori (uno per ciascun passeggero) ed alloggiati nel bagagliere (cioè nello spazio sopra la testa dei viaggiatori) o nelle immediate vicinanze del posto del passeggero. Per i cani, invece, è richiesto il certificato di iscrizione all’anagrafe canina.

Come Trenitalia, anche Italo chiede ai passeggeri stranieri il passaporto del cane conforme al Regolamento europeo [1].

I cani guida dei non vedenti viaggiano gratuitamente senza alcun limite di taglia.

E se il mio cane pesa più di 10 kg? In questo caso sarà ammesso sul treno a patto che siano tenuti sempre con guinzaglio e museruola a bordo. Per questi animali è possibile prenotare il biglietto fino a 2 ore prima della partenza del treno soltanto attraverso il Contact Center e se in abbinamento all’offerta Flex per gli ambienti Prima Classe, Comfort e Smart.

Il prezzo del biglietto per questi cani è di 50 euro.


note

[1] Regolamento CE n. 998/2003.

Autore immagine: 123rf.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI