Diritto e Fisco | Articoli

Certificati e visure aziendali: cosa sono e come richiederli

19 gennaio 2018 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 19 gennaio 2018



Come ottenere le informazioni sulle aziende grazie ai certificati e alle visure e quando serve la dichiarazione sostitutiva.

Per ottenere informazioni sulle aziende iscritte al Registro delle Imprese e agli altri albi, ruoli e registri gestiti dalla Camera di Commercio , è possibile richiedere un certificato o una visura. Entrambi i documenti contengono i dati inseriti nel registro, albo o ruolo in cui un’azienda è iscritta, con la differenza che il certificato ha valore legale mentre la visura ha solo valore informativo.

Vediamo cosa sono i certificati e le visure aziendali e come richiederli.

Certificato aziendale: cos’è

Il certificato aziendale si distingue in:

ordinario (contenente i principali dati dell’impresa – denominazione, codice fiscale, sede, data di costituzione, capitale sociale, oggetto sociale, attività esercitata, dati anagrafici dei titolari di cariche);

storico (contenente i dati del certificato ordinario e gli eventi denunciati dall’impresa dal 19/2/1996);

con scelta (permette di omettere dalla stampa le informazioni non essenziali dell’impresa, es. unità locali, procuratori, direttori tecnici etc.);

di deposito (attestante l’avvenuta presentazione di domande/denunce al Registro delle Imprese e al Rea non ancora evase);

di non iscrizione (attestante la non iscrizione nel Registro Imprese o nel Rea dell’impresa);

di poteri personali (contenente i poteri attribuiti ai legali rappresentanti, consiglieri, procuratori generali e speciali);

fallimentare: sui certificati può essere apposta una dichiarazione in cui si attesta che l’impresa non è sottoposta a procedure concorsuali (fallimento, concordato preventivo, liquidazione coatta ammministrativa o amministrazione controllata). I certificati potranno essere rilasciati, su richiesta, con le seguenti scritture finali:

  • per la dichiarazione sulle procedure concorsuali correnti: “Si dichiara inoltre che non risulta iscritta nel Registro delle Imprese, per la posizione anagrafica in oggetto, alcuna procedura concorsuale in corso, ai sensi della normativa vigente in materia”;
  • per la dichiarazione sulle procedure concorsuali storiche: “Si dichiara inoltre che non risulta iscritta nel Registro delle Imprese, per la posizione anagrafica in oggetto, alcuna dichiarazione di procedura concorsuale, ai sensi della normativa vigente in materia”.

Per le imprese iscritte all’Albo artigiani è inoltre possibile richiedere i seguenti certificati:

  • certificato uso previdenziale (o uso Inps), rilasciato su richiesta dell’interessato o del patronato;
  • certificato uso finanziamento (necessario per la richiesta di alcuni finanziamenti agevolati per la categoria degli artigiani).

Visura aziendale: cos’è

La visura è un documento con solo valore informativo, rilasciato in carta semplice contenente tutte le informazioni legali ed economiche/amministrative presenti nel Registro Imprese e nel Rea.

Le visure sono diversificate in funzione anche della natura giuridica dell’impresa: società di capitali, società di persone e impresa individuale.

Le principali tipologie di visure sono le seguenti:

  • visura ordinaria: fornisce una descrizione completa riportando tutte le informazioni legali ed economiche/amministrative presenti nel RI (Registro Imprese) e nel REA (Repertorio economico amministrativo);
  • visura storica: contiene gli stessi dati della visura ordinaria e gli eventi denunciati dall’impresa dal 19/2/1996;
  • visura per singoli blocchi informativi: si tratta di una nuova tipologia di visura a contenuto mirato, secondo le esigenze del richiedente. Consente infatti di selezionare blocchi di informazioni su richiesta.

Dichiarazione sostitutiva certificati aziendali

I soggetti privati (società/imprese individuali) non possono più presentare certificati del Registro delle Imprese alle Pubbliche Amministrazioni o gestori di pubblici servizi, ma devono predisporre una dichiarazione sostitutiva di tale certificato, firmata dal titolare o dal legale rappresentante dell’impresa, corredata dalla copia del documento di identità.

Poiché, in genere, le informazioni presenti nel certificato del Registro delle Imprese sono numerose e complesse, coloro che temono di riportarle nella dichiarazione in modo incompleto o non corretto, anche con riguardo alle sanzioni penali previste in caso di dichiarazioni false o mendaci, possono comunque richiedere alla Camera di Commercio un “modello di dichiarazione sostitutiva” contenente dette informazioni.

Tale dichiarazione non deve essere sottoscritta in presenza dell’addetto allo sportello, quindi può essere richiesta da chiunque e non necessariamente dal soggetto che la firmerà. E’ sufficiente che il richiedente precisi allo sportello il nominativo del firmatario, in modo che lo stesso sia inserito nell’intestazione della dichiarazione.

Inoltre, per coloro che utilizzano il servizio Telemaco, analogo documento può essere richiesto anche tramite i canali telematici in uso.

Certificato antimafia

La Camera di Commercio non è più competente al rilascio dei certificati del Registro delle Imprese integrati con la dicitura antimafia. Le Pubbliche Amministrazioni e i gestori di pubblici servizi non possono più richiedere ai cittadini alcun tipo di certificato (compreso quello antimafia), ma solo dichiarazioni sostitutive di certificazione.

Pertanto, esclusivamente gli Enti Pubblici e i soggetti equiparati potranno rivolgersi alle Prefetture per la verifica delle autocertificazioni ricevute.

In tutti gli altri casi (rapporti tra privati e privati) sarà necessario valutare direttamente con il soggetto richiedente la reale esigenza dell’esibizione della documentazione antimafia.

Come chiedere certificati e visure aziendali

Allo sportello:

I certificati e le visure ordinarie possono essere richiesti direttamente presso le sedi delle Camere di Commercio.

Per la richiesta di certificati/visure è necessario fornire allo sportello il numero REA ovvero il codice fiscale dell’impresa di cui si richiede il documento.

Per via telematica:

Per ottenere i certificati e le visure via web è possibile utilizzare Telemaco, il servizio che consente di accedere al Registro Imprese per:

  • certificati;
  • visure;
  • ricerche anagrafiche;
  • copie di atti e bilanci;
  • invio telematico delle pratiche.

Visure on line

Collegandosi al sito www.registroimprese.it è possibile effettuare ricerche anagrafiche e, previa registrazione, richiedere ed estrarre visure. I costi e le modalità di pagamento sono indicati nello stesso sito.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI