Diritto e Fisco | Articoli

Bollo auto in leasing

24 Mar 2018 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 24 Mar 2018



Auto in leasing: chi paga il bollo auto? La società di leasing è obbligata in solido con l’utilizzatore?

Il bollo auto (o più correttamente tassa automobilistica) è una tassa sul possesso e non sulla circolazione dei veicoli e quindi va pagata indipendentemente dal loro utilizzo. Essa è gestita dalle Regioni e dalle Province Autonome di Bolzano e Trento. Fanno eccezione le Regioni Friuli Venezia Giulia, Sardegna e, fino all’anno 2015, Sicilia per le quali la tassa è gestita dall’Agenzia delle Entrate. Sono tenuti al pagamento della tassa automobilistica, coloro che, alla scadenza del termine utile per il pagamento, risultano essere proprietari del veicolo al pubblico registro automobilistico (PRA). Ma chi paga se l’auto è in leasing?

Leasing: chi paga il bollo auto?

A partire dal 2009, in caso di veicolo con contratto di leasing, usufrutto o acquisto con patto di riservato dominio, sono tenuti al pagamento della tassa automobilistica coloro che, alla scadenza del termine utile per il pagamento, risultano al PRA essere rispettivamente utilizzatori, usufruttuari, acquirenti con patto di riservato dominio del veicolo.

Per il periodo anteriore al 15 agosto 2009, la tassa automobilistica deve essere versata esclusivamente dal proprietario (concedente) anche nel caso in cui il veicolo sia stato concesso in utilizzazione ad altro soggetto, in virtù di un contratto di leasing.

Leasing: se l’utilizzatore non paga il bollo auto

In caso di omissione di pagamento del bollo auto da parte dell’utilizzatore, la Regione (o l’Agenzia delle Entrate) non potrà chiedere il versamento al proprietario del veicolo in quanto utilizzatore e proprietario non sono obbligati in solido. L’intero procedimento di riscossione del bollo auto sarà quindi avviato nei confronti dell’utilizzatore inadempiente.

Più precisamente, a seguito di una modifica normativa [1], a decorrere dal 1° gennaio 2016, gli utilizzatori a titolo di locazione finanziaria, sulla base del contratto annotato al PRA e fino alla data di scadenza del contratto medesimo, sono tenuti in via esclusiva al pagamento della tassa automobilistica regionale.

La responsabilità solidale della società di leasing può sussistere solo nella particolare ipotesi in cui questa abbia provveduto, in base alle modalità stabilite dall’ente competente, al pagamento cumulativo, in luogo degli utilizzatori, delle tasse dovute per i periodi compresi nella durata del contratto di locazione finanziaria [2].

Leasing: quale Regione può chiedere il pagamento del bollo auto

Il bollo, inoltre, va pagato non alla Regione in cui ha sede la società di leasing (proprietaria del veicolo), ma a quella in cui risiede l’utilizzatore suo cliente.

Bollo auto: entro quanto tempo può essere chiesto il pagamento?

Il bollo auto si prescrive entro il 31 dicembre del terzo anno successivo a quello in cui è dovuto il pagamento. Entro tale termine l’Agenzia delle Entrate o la Regione possono pretenderne il pagamento, anche eventualmente tramite riscossione coattiva. Più precisamente, entro il 31 dicembre del terzo anno successivo a quello per il quale è dovuto il bollo auto, è possibile notificare al contribuente l’avviso di accertamento. Tale avviso diventa definitivo se non impugnato entro sessanta giorni.

Da quando l’avviso diventa definitivo (appunto sessanta giorni dopo la notifica), l’agente della riscossione ha a disposizione tre anni per la notifica della cartella altrimenti decade dalla possibilità di riscossione mediante ruolo.

Per esempio, supponiamo che, per l’omesso pagamento della tassa automobilistica relativa all’anno 2005, venga notificato un avviso di accertamento il 1 gennaio 2007 (dunque entro i termini di prescrizione e decadenza). L’accertamento, poiché non impugnato, diviene definitivo il 2 marzo 2007, per cui la cartella esattoriale deve essere notificata, a pena di decadenza, entro il 31 dicembre del 2010.


note

[1] D.l. n. 113/2016.

[2] CTP Milano, sent. del 28.11.2016.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

1 Commento

  1. Se la società di leasing mi inserisce il bollo nel contratto e mi fa pagare 23 euro in più di commissione posso appellarsi dicendo che lo pago io dato che la legge prevede che lo paghil utilizzatore e mi sembra esagerato 23 euro di commissione che io pagherei al massimo 1.80.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI