HOME Articoli

Lo sai che? Come richiedere il permesso di soggiorno

Lo sai che? Pubblicato il 20 gennaio 2018

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 20 gennaio 2018

L’Italia è un Paese interessato da un enorme flusso migratorio, di seguito le procedure per regolarizzare la posizione del cittadino straniero.

L’iter per ottenere il permesso di soggiorno, è bene evidenziarlo, è lungo e complesso, soprattutto se si intende regolarizzare lo straniero che si trova in condizione di clandestinità sul territorio italiano. Non tutti gli stranieri che entrano in Italia, anche se potenzialmente in possesso di un contratto di lavoro, vengono ammessi automaticamente in quanto, in base al Decreto flussi, l’ingresso viene disciplinato in base alla nazionalità e alla tipologia di lavoro (ad esempio lavoro stagionale, autonomo ecc.). Come richiedere il permesso di soggiorno?

Attualmente, il procedimento di legittimazione della posizione del lavoratore straniero consta di 3 fasi:

  • richiesta online nulla osta per ingresso in base ai flussi;
  • contratto di soggiorno per lavoro tra lavoratore e datore di lavoro;
  • rilascio del permesso di soggiorno.

Il cittadino straniero può portare avanti questo percorso da solo oppure avvalersi dell’assistenza di un Caf abilitato, dello sportello immigrazione del Comune di riferimento, degli uffici immigrazione istituiti negli Uffici Postali dei capoluoghi o di un avvocato specializzato in materia.

Richiesta online nulla osta per ingresso in base ai flussi

Il datore di lavoro italiano che desidera assumere uno straniero residente all’estero deve richiedere un nulla osta al lavoro. La richiesta viene concessa in base alle quote degli ingressi previsti annualmente e con i tempi tecnici, che a volte possono essere lunghi. Il Decreto flussi stabilisce annualmente il numero di stranieri, provenienti da diverse nazioni, che può entrare legalmente nel nostro Paese in base anche alle richieste di lavoro, e consente di effettuare la domanda di nulla osta online anche per regolarizzare gli stranieri che si trovano in clandestinità, previa registrazione al seguente sito internet

Contratto di soggiorno per lavoro tra lavoratore e datore di lavoro

Una volta ottenuto il nulla osta, il cittadino straniero, unitamente al datore di lavoro, deve recarsi presso lo Sportello Unico per l’Immigrazione al fine di sottoscrivere il contratto di soggiorno per lavoro, all’interno del quale si indica il contratto di lavoro, l’indirizzo di un alloggio e la disponibilità del datore di lavoro di pagare le spese di viaggio per il rientro nel luogo di origine.

Rilascio del permesso di soggiorno

Contestualmente, sempre presso lo Sportello Unico per l’Immigrazione, il lavoratore straniero può richiedere il permesso di soggiorno che ha una durata di 2 anni se il contratto di lavoro è a tempo indeterminato, di 1 anno se il contratto di lavoro è a tempo determinato. Il permesso di soggiorno per motivi di lavoro subordinato (con regolare contratto a tempo determinato o a tempo indeterminato) viene rilasciato solo dopo la stipula del contratto di soggiorno per lavoro tra il datore di lavoro italiano e il lavoratore cittadino extra comunitario.

Documentazione da presentare

Per il permesso di soggiorno occorre presentare:

  • Modulo richiesta compilato con il nominativo del richiedente e quello di minori eventualmente conviventi;
  • Copia del passaporto;
  • 4 fotografie in formato fototessera;
  • Marca da bollo di € 16,00;
  • Ricevute dei pagamenti per il rilascio per il permesso a seconda della durata (€ 100 se di 2 anni, € 80 sei di 1 anno).

Il documento attestante materialmente il permesso di soggiorno viene spedito via posta raccomandata presso l’indirizzo indicato.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI