Diritto e Fisco | Articoli

Le operazioni sul conto corrente della casalinga sono reddito in nero del marito?

4 Dicembre 2012
Le operazioni sul conto corrente della casalinga sono reddito in nero del marito?

Il Fisco può sempre operare un accertamento induttivo sulle movimentazioni del conto corrente della casalinga, moglie di un professionista per verificare che si tratti di redditi dichiarati: è la titolare del conto, poi, a dover dimostrare che ogni singola operazione non è imputabile all’attività in nero del marito.

 

La Cassazione stringe la vite sulle operazioni bancarie effettuate dai liberi professionisti sui conti correnti delle mogli casalinghe che, spesso, diventano conti di comodo per redditi non dichiarati.

Con una recente sentenza [1], infatti, la Suprema Corte ha ritenuto fondato il sospetto che tutti i prelievi e versamenti effettuati sul conto corrente della moglie disoccupata (e quindi non titolare di redditi) possano essere riconducibili invece a proventi non dichiarati del marito. E pertanto è pienamente legittimo l’accertamento dell’Amministrazione finanziaria su tale conto corrente.

La prova contraria, relativa cioè alla legittima provenienza delle somme, spetta al contribuente e non al Fisco.

La legge consente all’Ufficio finanziario di procedere all’accertamento fiscale anche su conti correnti bancari formalmente intestati a terzi, quando si abbia motivo di ritenere (anche sulla base di semplici indizi) che tali rapporti siano in qualche modo connessi e inerenti al reddito del contribuente [2].

 


note

[1] Cass. sent. n. 21420 del 30.11.2012.

[2] Art. 32 n. 7, DPR 29.09.1973 n. 600 e art. 51 DPR 26.10.1972 n. 633.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube