Diritto e Fisco | Articoli

Buono Ikea su WhatsApp: come evitare la truffa?

24 gennaio 2018 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 24 gennaio 2018



L’azienda svedese ha reso noto attraverso un comunicato stampa di non avere mai inoltrato messaggi contenenti buoni spesa ma che si tratta di una bufala.

La rete, oltre ad essere il luogo delle offerte e delle opportunità, nasconde anche molte insidie e sono molti coloro che, mossi dalla buona fede, si fanno coinvolgere in offerte e promozioni che non corrispondono a verità ma che hanno il solo scopo di truffare i malcapitati. L’ultimo raggiro che, in ordine di tempo, sta circolando sul web è il Buono Ikea su WhatsApp: come evitare la truffa?

Le “finte” offerte Ikea

Ikea è un marchio di arredamento low cost molto conosciuto ed apprezzato, per questo motivo chi, negli ultimi giorni, ha ricevuto un messaggio contenente un buono spesa di ben 500 euro ha esultato per la gioia senza pensare che poteva magari trattarsi di una truffa. Già alcuni mesi fa, con una modalità analoga, utilizzando però le email al posto dei messaggi WhatsApp, erano stati inviati a migliaia di indirizzi di posta elettronica dei finti coupon da stampare e da consegnare alle casse per beneficiare di uno sconto. Stante la grande affluenza nei punti vendita di persone che pretendevano di usufruire dell’offerta, Ikea si era vista costretta a pubblicare una nota stampa, evidenziando la totale estraneità all’iniziativa. Con la capillare diffusione del Buono Ikea su Whatsapp: come evitare la truffa?

Cosa c’è scritto nel messaggio WhatsApp?

Nel messaggio su Whatsapp ci sono i complimenti per avere vinto un buono spesa Ikea del valore di 500 euro, attivabile però solo accedendo ad un link che rimanda ad un sito internet che, nonostante apparentemente possa sembrare la pagina ufficiale dell’azienda svedese, è in realtà una copia malriuscita. Viene richiesto dunque all’utente di compilare un form con tutti i suoi dati personali e rispondere a quattro semplici domande relative ai propri acquisti, inoltre al fine di riscattare il premio, deve inoltrare questo messaggio ad almeno 10 contatti WhatsApp. In sostanza, per ottenere questo fantomatico buono Ikea viene imposto di creare una catena di Sant’Antonio. Buono Ikea su WhatsApp: come evitare la truffa?

Come non cadere nel tranello

Per non cadere nel tranello ed evitare dunque la truffa occorre tenere presente che Ikea non diffonde i propri buoni spesa con il metodo della catena WhatsApp né richiede ai propri clienti la condivisione di questi tipi di messaggio. Inoltre, coloro che hanno ricevuto questa finta offerta hanno potuto verificare che il sito collegato al link era pieno di errori grammaticali, aveva una grafica artigianale, aveva colori diversi rispetto a quelli ufficiali del marchio. Pertanto, un sito internet così sgangherato non può essere certo quello di una multinazionale famosa in tutto il mondo quindi è bene interrompere immediatamente la navigazione.

Che rischi ci sono nella condivisione del messaggio?

Le catene di Sant’Antonio rappresentano un pericolo per gli smartphone in quanto costituiscono il veicolo privilegiato per la diffusione di virus e malware, altamente dannosi per il sistema operativo. Occorre dunque evitare di condividere questi messaggi interrompendo la catena ed informando i propri contatti che non si tratta di un premio spesa ma di una vera e propria truffa ai consumatori. Bisogna inoltre evitare di compilare il form presente nel link di collegamento al messaggio perché le informazioni inserite possono essere utilizzate per l’iscrizione a newsletter pubblicitarie o ad altre iniziative non desiderate. Se si riceve un messaggio WhatsApp con la quale Ikea offre un buono spesa di 500 euro, per non correre rischi è consigliabile:

  • Non cliccare sul link allegato per accedere al finto sito Ikea;
  • Non inserire i propri dati personali;
  • Non condividere;
  • Cancellare immediatamente il messaggio;
  • Avvisare i propri contatti che si tratta di una truffa.

Comunicato Ikea

Ikea, da sempre in prima linea per il contrasto delle false promozioni e offerte speciali riferite al marchio, per rendere l’informazione conoscibile a tutti ed allertare i propri clienti, ha emesso un comunicato ufficiale attraverso il proprio sito internet.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI