Business | Articoli

730: il calendario delle scadenze per il Precompilato 2017

10 Aprile 2017 | Autore:
730: il calendario delle scadenze per il Precompilato 2017

Si parte con tre giorni di ritardo rispetto a 2 anni fa, quando fece il debutto il 730 precompilato. Ecco le date entro cui sono consentite le modifiche.

Complice Pasqua e Pasquetta quest’anno si parte con qualche giorno di ritardo. Il precompilato è disponibile dal 18 aprile. Chi è già in possesso delle credenziali potrà utilizzarle per accedere all’Area riservata, senza richiederle nuovamente. Chi le ha smarrite o non le ha, invece, dovrà farne richiesta quanto prima, per non farsi trovare impreparato.

Inizialmente, si potrà solo visualizzare la dichiarazione senza avere la possibilità di modificarla.

Solo dal 2 maggio sarà possibile apportare modifiche alla dichiarazione precompilata. Questo vale sia per il modello 730 che per i modelli Redditi. Il contribuente potrà scegliere se accettare la dichiarazione così com’è, modificarla o apportare modifiche. Prima di effettuare qualsiasi modifica, comunque, è sempre consigliato di fare un’attenta valutazione. In caso di imprecisioni, infatti, potrebbero scattare dei controlli.

Il calendario delle scadenze fiscali

La scadenza del 30 giugno interessa i contribuenti a debito d’imposta. Entro tale data si deve procedere con i versamenti del saldo e del primo acconto che riguarda i contribuenti con 730 senza sostituto d’imposta e quelli che presentano il modello Redditi.

Per la compilazione della dichiarazione dei redditi il contribuente può sempre optare per la vecchia strada, cioè quella di affidarsi al Caf o a un professionista abilitato. Senza rischi di incorrere in errore ma dietro pagamento di un compenso. In questo caso si ha tempo fino a venerdì 7 luglio o addirittura al 24 luglio, a condizione che entro il 7 luglio il Caf abbia effettuato la trasmissione di almeno l’80% delle dichiarazioni a loro carico.

Chi sceglie di fare da solo ha tempo fino al 24 luglio per inviare direttamente dal sito dell’Agenzia delle Entrate, scegliendo se accettare, modificare o integrare.


note

Autore immegine: Pixabay.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube