Diritto e Fisco | Articoli

Eccesso di punizione verso i figli: reato di violenza privata

3 Dicembre 2012
Eccesso di punizione verso i figli: reato di violenza privata

L’atteggiamento violento nei confronti dei figli costituisce reato indipendentemente dalle finalità educative.

È reato trascinare con forza la figlia a casa del nonno affinché chieda scusa per l’offesa procurata al parente: lo dicono i giudici della Cassazione [1]: il fine educativo non giustifica il mezzo.

Per questo motivo il Supremo collegio ha negato, a un padre sessantenne, la scriminante dello ius corrigendi (il diritto/dovere di correggere ed educare i propri figli). L’uomo è stato condannato per violenza privata nei confronti della figlia minore. Secondo i giudici, infatti, la violenza usata dal padre è stata “gratuita”.

A nulla è servito giustificare il comportamento per finalità educative. La posizione dell’uomo è stata aggravata, inoltre, dalla circostanza che il genitore, separato e non affidatario, aveva dirottato la figlia dal percorso casa-scuola proprio per trascinarla dal nonno. Anche in questo caso c’è stata una violazione di legge. La Cassazione ha ritenuto inutili e inconsistenti le diferse del padre che si era appellato alla sua genitorialità.

 

Servizio offerto da METAPING

Articolo di P. Mac. su Il Sole 24 Ore – 03.12.2012, pag. 11

 


note

[1] Cass. sent. n. 42962 del 7 novembre 2012.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube