Diritto e Fisco | Articoli

Cosa significa termine ordinatorio

28 Gennaio 2018 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 28 Gennaio 2018



Il rispetto dei termini di legge è fondamentale perchè violarli può avere conseguenze importanti: cosa significa nel nostro ordinamento termine ordinatorio?

Il nostro sistema giuridico, specialmente dal punto di vista processuale, è strutturato sulla base di una successione di atti compiuti dalle parti coinvolte, che devono rispettare specifiche modalità di forma e sostanza. Oltre a doversi attenere a questi aspetti, tuttavia, hanno moltissima importanza anche i termini temporali, che vengono di volta in volta fissati dal legislatore, in quanto certi atti e determinate attività, a loro volta identificate dalla legge, devono essere effettuate entro specifiche tempistiche, o non possono avvenire prima di un certo momento. Le conseguenze, nei casi di mancato rispetto di questi termini, possono essere diverse, a seconda non soltanto del tipo di atto ma anche della categoria di termini (sappiamo tutti infatti come la legge sia un sistema complesso e articolato, anche da questo punto di vista), e pertanto capire bene la differenza fra i tipi di termini temporali e le scadenze che regolano i procedimenti giurisdizionali del nostro ordinamento è molto importante. Facciamo quindi chiarezza su un tipo particolare di termine, e vediamo cosa significa termine ordinatorio.

Termine ordinatorio e termini processuali

Quando si fa riferimento a un termine ordinatorio si sta partendo dal presupposto che si sta parlando di un termine processuale. Ma quali sono i termini processuali? Sono scadenze temporali, alle quali le parti di un procedimento (che può essere civile, penale o amministrativo) devono sottostare ed entro i quali (o oltre i quali) devono svolgere una certa attività processuale. Stabilire in concreto i termini processuali può derivare da una previsione di legge, oppure da una decisione dell’organo giudicante. A seconda quindi della fonte che ha disposto i termini processuali, si fa riferimento a termini legali – previsti per legge – o giudiziali (stabiliti dal giudice di quella specifica controversia).

Termine ordinatorio: cosa significa

I termini ordinatori sono quelli previsti da disposizioni di legge, e che servono ad organizzare e regolare l’attività processuale, in modo che il procedimento possa svolgersi secondo un andamento normale. Sono termini ordinatori, ad esempio, quelli per le udienze fissate in corso di causa. Dal punto di vista delle conseguenze, se non viene rispettato un termine ordinatorio non ci sono conseguenze giuridiche per la parte che non l’ha rispettato, ed è possibile che il giudice, attraverso il proprio potere discrezionale, anticipi il termine o conceda una proroga spostando la scadenza ulteriormente. In questo caso, però, un eventuale successivo mancato rispetto di questo secondo termine comporta che l’attività non compiuta non sarà più fattibile, nel caso in cui sia nel frattempo diventata incompatibile in relazione ai tempi originariamente previsti. Di regola, i termini che sono previsti dal legislatore sono tutti di natura ordinatoria. Oltre ai termini ordinatori, però, esistono anche altre scadenze che vanno rispettate, e nelle quali il superamento dei termini comporta ben altre conseguenze giuridiche.

Termini ordinatori e termini perentori

I termini ordinatori vanno distinti dai termini perentori. Nel caso dei termini perentori, infatti, il termine “devono” che accompagna il rispetto delle scadenze ha un valore diverso, così come differenti sono le conseguenze. La decorrenza di un termine perentorio, infatti, comporta che la parte che l’ha fatto scadere non potrà più compiere quell’atto, non essendo peraltro i termini perentori abbreviabili o prorogabili (neanche con l’accordo delle parti).

note

Autore immagine: Pixabay.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI