HOME Articoli

Lo sai che? Bonus verde 2018: anche per l’acquisto di vasi mobili?

Lo sai che? Pubblicato il 28 gennaio 2018

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 28 gennaio 2018

Bonus verde terrazzi e giardini: i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate al videoforum 2018.

La legge prevede per l’anno 2018, a favore degli amanti di piante, fiori e giardini, un’apposita agevolazione fiscale denominata appunto Bonus verde. Si tratta di una detrazione Irpef del 36% sulle spese sostenute nel 2018 per le coperture a verde di aree scoperte, terrazzi, giardini e pertinenze.

Bonus verde 2018: per quali lavori?

Il bonus verde riguarda le spese sostenute per:

  • sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi
  • realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.

Bonus verde 2018: anche per vasi di piante mobili?

In occasione del videoforum organizzato da Italia Oggi, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che si deve trattare di interventi di natura straordinaria con particolare riguardo alla fornitura e messa a dimora di piante ed arbusti di qualsiasi genere o tipo. Di conseguenza, sono agevolate solo le opere che riguardano l’intero giardino o area interessata, consistenti nella sistemazione a verde per la prima volta o nel radicale rinnovamento del verde già esistente.

Pertanto è possibile beneficiare del bonus verde 2018 anche per l’acquisto e collocamento di piante in vasi non fissi (dunque mobili), ma solo se ciò rientra in un più ampio intervento di sistemazione a verde di un immobile residenziale.

Come funziona il bonus verde 2018

La detrazione va ripartita in dieci quote annuali di pari importo e va calcolata su un importo massimo di 5.000 euro per unità immobiliare a uso abitativo, comprensivo delle eventuali spese di progettazione e manutenzione connesse all’esecuzione degli interventi.

La detrazione massima è di 1.800 euro per immobile (36% di 5.000).

Come beneficiare del Bonus verde 2018

Il pagamento delle spese per gli interventi di sistemazione a verde di aree scoperte e di realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili, deve avvenire attraverso strumenti che consentono la tracciabilità delle operazioni (per esempio, bonifico bancario o postale).

Chi può accedere al Bonus verde 2018

Può beneficiare della detrazione chi possiede o detiene, sulla base di un titolo idoneo, l’immobile oggetto degli interventi e che ha sostenuto le relative spese. Non bisogna dunque essere necessariamente i proprietari dell’immobile oggetto di intervento di copertura a verde, ben potendo essere locatari, affittuari, comodatari ecc.

L’immobile interessato dagli interventi “green” deve essere adibito a civile abitazione. Solo gli immobili residenziali quindi possono godere del beneficio fiscale, restando esclusi uffici, negozi, magazzini.

Bonus verde condominio

Il bonus verde spetta anche per le spese sostenute per interventi eseguiti sulle parti comuni esterne degli edifici condominiali, fino a un importo massimo complessivo di 5.000 euro per unità immobiliare a uso abitativo.

In questo caso, ha diritto alla detrazione il singolo condomino nel limite della quota a lui imputabile, a condizione che la stessa sia stata effettivamente versata al condominio entro i termini di presentazione della dichiarazione dei redditi.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI